Tre princìpi di incendi nella nottata

Questa notte sono stati avvistati e spenti tre focolai (voci cittadine parlano di un quarto), di natura quasi certamente dolosa, partiti a poca distanza di tempo l’uno dall’altro. I tre focolai sono stati appiccati in tre zone differenti del territorio castelbuonese, ricche di vegetazione e sterpaglie, col chiaro intento di far sviluppare le fiamme. Il primo incendio è stato avvistato intorno all’una di questa notte in c/da Panarello, vicino il ponte. Le operazioni di spegnimento sono state effettuate dagli stessi cittadini che hanno avvistato il focolaio.
Dieci minuti dopo, il Presidente dell’A.V.Y. Antonio Pepe ha avvistato un secondo focolaio vicino il cimitero e sotto l’Istituto Agrario, nell’incrocio che porta alla circonvallazione in direzione Isnello. Immediatamente con i propri mezzi di fortuna, il nostro concittadino ha provveduto allo spegnimento e alla bonifica del focolaio. Quaranta minuti dopo circa, 10 minuti prima delle ore due, su segnalazione di alcuni cittadini, alcuni volontari A.V.Y. (Associazione Volontariato Ypsigro) si sono precipitati sotto il campetto “Mitra” per andare a bonificare un incendio che era già stato spento da due nostri concittadini. Per effettuare le operazioni di bonifica, terminate poco prima delle tre del mattino, è stato necessario far intervenire l’autobotte comunale. Anche il 112 è stato allertato e una pattuglia dei Carabinieri si è recata sul posto.

L’estate è appena iniziata, e con essa la stagione degli incendi è entrata a pieno regime nella cronaca del nostro territorio, purtroppo. Tra poche ore partirà il servizio antincendio, sicuri che i presidi sul territorio possano limitare ampiamente il diffondersi di focolai e, consentire quantomeno un rapido e massiccio intervento di uomini e mezzi  in caso di incendio. Ma noi singoli cittadini possiamo fare tanto, a partire dalla segnalazione al 1515 servizio emergenza ambientale del Corpo Forestale, o più semplicemente, seguire le norme di prevenzione incendi facendo leva sull’attenzione ai propri comportamenti.

Segue una gallery con foto del focolaio sviluppatosi vicino al cimitero.

IMG-20150714-WA0013

IMG-20150714-WA0015

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.