Verso il Congresso del Circolo del Pd di Castelbuono

HO IMPARATO CHE IL PROBLEMA DEGLI ALTRI E? UGUALE AL MIO;
SORTIRNE TUTTI INSIEME E? POLITICA, SORTIRNE DA SOLI E? AVARIZIA (Don Milani)

Viviamo una fase di grave crisi economica che rischia di disintegrare il tessuto sociale delle Comunit? e in una Societ? dove il decadimento della moralit?, il mercimonio della donna come strumento di corruzione e l?avarizia nel soddisfacimento di bisogni individuali, anche a discapito dell?affermazione e la difesa di diritti collettivi, sono basi della deriva individualistica cui causa ed effetto sono il ?berlusconismo?; in questo momento, forse pi? che in altri, ? necessario riaffermare la Politica come nobile arte per costruire una societ? migliore, una societ? di eguali e senza discriminazioni, per combattere le precariet?, le povert? e le ingiustizie.
Il Congresso di Circolo del Partito Democratico di Castelbuono, che si svolger? il 27 e 28 marzo, pu? divenire a 2 anni dalla scadenza naturale del mandato del Sindaco, una opportunit? come laboratorio di idee ed incubatore di proposte politiche.
Il Partito Democratico, consapevole che una scelta strategica ? l?unit? del centrosinistra, necessaria ed opportuna, per il senso di responsabilit? derivante dall?essere la forza politica che ha vinto le elezioni nel 2007 e che dal 1992, ininterrotamente con altre formule e altri partiti, esprime l?Amministrazione nel Nostro Paese, intende aprire un momento di confronto prima, dentro e dopo il Congresso sia con le forze politiche che costituiscono l?alveo naturale del centrosinistra sia con quelle che, a livello nazionale e regionale, stanno intrattenendo con il nostro partito, alleanze elettorali per il governo delle Regioni e convergenze per le Riforme. Tale dibattito intendiamo aprirlo anche a chi, presentandosi con una Lista Civica nelle Amministrative del 2007, ? rimasto fuori dalla rappresentanza in Consiglio Comunale.
La nostra ambizione, oltre che continuare a governare i processi virtuosi in itinere e correggere le invitabili discrasie che, nel tempo, si sono determinate, ? quella di responsabilizzare una nuova generazione che apporti innovazione, spinga sulla partecipazione e consideri le identit? di appartenenza di ognuno non come recinti dentro cui chiudersi ma come elementi di dinamicit? sociale e di emancipazione per affermare ?la castelbuonesit?? e un modello di sviluppo, tutt?altro che filosofico e dogmatico, quale ?la decrescita sostenibile?.
La Politica deve avere i piedi per terra ma muoversi a tempo di utopia. Quell?utopia che serve a percorrere vie alla ricerca dell?orizzonte dove andare, ad oggi, il bene comune.
Il Circolo del Partito Democratico di Castelbuono ha individuato ?La Sua Via? in questo percorso; una via all?altezza delle sue donne, dei suoi uomini, dei sui talenti e dei suoi narcisismi.
Una via da percorrere da protagonisti: protagonisti, non egemoni.

Castelbuono, l? 22 febbraio 2010

Per Il Coordinamento
Il Reggente
Capuana Dr. Vincenzo

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.