5 consigli del nutrizionista per migliorare l’alimentazione, dimagrire e restare in forma

Non sempre è necessario fare una dieta per dimagrire, la maggior parte delle volte basta seguire un regime alimentare sano insieme ai consigli del nutrizionista per rimanere in forma e non aumentare di peso. Un’alimentazione equilibrata e un comportamento sano a tavola consentono automaticamente il dimagrimento e migliorano la qualità di vita dell’organismo in generale. Partire con il piede giusto significa essere motivati e non temere di fallire il raggiungimento dell’obiettivo, d’altronde in tutte le diete viene concesso un giorno libero dove è possibile mangiare quello che si preferisce, senza esagerare però. 

Ecco 5 consigli del nutrizionista per migliorare l’alimentazione, dimagrire e restare in forma.


Mangiare bene ed equilibrare i nutrienti

Seguire un piano alimentare corretto significa equilibrare quotidianamente (e settimanalmente) tutti i nutrienti necessari, quindi assumere le giuste proteine fra carni e formaggi, i carboidrati della pasta e del pane (integrale), le vitamine della frutta e verdura, gli omega 3 derivanti dal pesce. È possibile bere un bicchiere di vino (10cl) di tanto in tanto o concedersi un dolce (rigorosamente artigianale) una volta a settimana.


Mantenere sempre una corretta idratazione

L’acqua svolge tantissime funzioni per l’organismo (dal 60 all’80% del nostro corpo è composto di acqua), non solo partecipa ai processi chimici cellulari ma effettua anche una funzione di regolazione della temperatura corporea, soprattutto quando si pratica attività fisica. È possibile assumere la giusta quantità di acqua anche attraverso frutta e verdura, in generale per un’alimentazione corretta bisogna bere da 1,5 a 2,5 litri d’acqua al giorno, a seconda delle esigenze, delle stagioni e dello sforzo fisico.


Dimenticare la bilancia quotidiana

Non è assolutamente importante pesarsi ogni giorno, l’ossessione della bilancia quotidiana potrebbe ledere le motivazioni, senza contare che le oscillazioni giornaliere di peso non sono determinanti ai fini del raggiungimento dell’obiettivo prefissato. Per migliorare l’approccio è importante pesarsi 1 volta a settimana oppure ogni 15 giorni, in questo modo è possibile notare differenze di peso e risultati raggiunti.


Concedersi sempre un giorno a settimana di riposo dalla dieta

Nella maggior parte delle diete c’è sempre un giorno dove è possibile allentare la tensione e concedersi un piatto di cui si va ghiotti: pizza, sushi, kebab, un piatto di pasta al forno, un gelato e cosi via. Quello che è importante per non mettere a repentaglio i sacrifici di una settimana in 1 giorno, è cercare di non esagerare con le quantità. In questo modo è possibile ricaricare le energie e concedere un giorno di pausa al palato, nutrendo anche le motivazioni per seguire un’alimentazione corretta.


Svolgere attività fisica e sportiva

Anche se indirettamente, lo sport è strettamente connesso con l’alimentazione perché consente di bruciare i grassi e le calorie in eccesso, inoltre, l’attività fisica migliora il metabolismo. Non è necessario iscriversi in palestra, basta camminare un po’ di più, salire le scale a piedi, svolgere tutte le attività quotidiane che richiedono sforzi per smaltire le calorie in eccesso.