807.000 euro a sostegno di imprese, commercianti e artigiani

Dopo l’approvazione del rendiconto 2019 da parte della Giunta e dei Revisori dei Conti, come prevede la normativa emanata dal Governo nazionale con l’art. 109 comma 1 della L.27/2020, oggi è possibile utilizzare l’80% dell’avanzo d’amministrazione. Pertanto l’Amministrazione Comunale, scusandosi per il ritardo dovuto a problemi amministrativi e  tecnici, riprende la Delibera di Giunta Municipale n 60 del 13.05.2020, con cui dava chiare indicazioni sull’utilizzo dell’avanzo di amministrazione, al fine di sostenere le attività economiche, il mondo dell’impresa e i soggetti più deboli nell’ambito del lavoro, colpiti dal blocco economico provocato dal Covid-19. 

A dimostrazione che ogni cosa è fatta con sobrietà, equilibrio e ponderatezza, nei mesi scorsi, nessuno si è permesso di enunciare preventivamente gli interventi che si sarebbero potuti effettuare, senza cognizione di causa: nessun video, nessuna lettera, nessun documento è stato divulgato senza che ci fosse stata la certezza delle somme disponibili. 

Con D. di G. M. n 142 del 26.10.2020, avendo accertato quanto sia realmente l’avanzo d’amministrazione disponibile del comune di Castelbuono, oggi è stato dato mandato agli uffici comunali di predisporre tutti gli atti amministrativi  per assegnare quanto segue:

 € 200.000 destinati come contributo una-tantum suddiviso a tutti i possessori di Partiva  IVA che non hanno avuto incarichi o affidamenti straordinari;

€ 60.000 assegnati a professionisti per la fornitura di n. 10 progetti per realizzare interventi di manutenzione straordinaria così da creare un parco progetti da finanziare con i cantieri-lavoro;

€25.000 destinati per n. 10 incarichi a professionisti per la catastazione degli immobili comunali;

€ 130.000 per l’attuazione del progetto già cantierabile per il recupero delle cappelle votive dislocate nel centro urbano da affidare, nelle forme e nei modi consoni, alle imprese artigiane di Castelbuono;

€ 55.000 per  l’arredo dell’Aula Consiliare comprendente la progettazione e la realizzazione dei manufatti da parte di artigiani locali senza assemblaggio di prodotti industriali con relativo cablaggio delle postazioni;

€ 20.000 per la manutenzione di infissi, inferriate e spazi delle strutture comunali (tinteggiatura) al fine di impegnare 5 persone segnalate dall’Ufficio dei Servizi Sociali,  per 25 ore settimanali per un periodo di 2 mesi ( come da convenzione con l’Ass.ne A.MA.L.TeA);

€ 50.000 per la pulizia, manutenzione del verde pubblico, delle scarpate, delle cunette delle strade comunali e delle periferie, impegnando 13 persone per 25 ore settimanali per un periodo di 2 mesi;

€ 20.000 per manutenzione straordinaria fondo stradale Via Cavour;

€ 20.000 per manutenzione e pavimentazione straordinaria di Via Giardina;

€ 40.000 per manutenzione e pavimentazione straordinaria di Salita Cappuccini;

€ 8.500 per l’acquisto di panchine in ferro-ghisa presso artigianali locali;

€ 8.500 per l’acquisto di tavoli con seduta da pic-nic da allocare nei diversi spazi pubblici del centro urbano da far realizzare ad artigiani locali;

€ 40.000 per l’intervento della messa in sicurezza della frana nella strada comunale del tratto Vignicella-Pedagne;

€ 40.00 per l’intervento di sistemazione e messa in sicurezza  del muro e della fontana adiacente, sita alla Madonna del Palmento e del muro sito in Via Geraci (parallelo alla Scuola elementare S. Leonardo) ;

€ 5.000 per la realizzazione del monumento dei Partigiani presso lo spazio a verde di Pontesecco;

€ 20.000 per iniziative promozionali sul turismo;

€ 15.000 per la sistemazione e manutenzione straordinaria dei marciapiedi e delle aiuole che fungono da base agli alberi di Piazza Parrocchia, inoltre l’intervento dovrà prevedere l’estirpazione e la ripiantumazione delle piante in quanto occupano lo spazio visivo di fronte al Monumento ai Caduti;

€ 50,000 per il ripristino passaggi pedonali con basole/sampietrini di colore bianco;

L’importo complessivo riguardante l’attuazione del superiore programma si attesta ad una somma pari a € 807.000,00.

Il Sindaco dichiara ”La comunità di Castelbuono mette a disposizione  questo contributo verso tutti quei soggetti che, nell’ambito del lavoro, hanno subìto in modo diretto o indiretto il blocco totale delle attività, o si sono visti ridimensionare la loro capacità produttiva e lavorativa. Con queste somme possono avere un piccolo ristoro, che messe in circolo attiveranno percorsi virtuosi sul piano economico e sociale. Ribadisco, l’emergenza Covid non è finita e chiedo a tutti di attenersi al rispetto dei dispositivi di sicurezza personale per continuare a mantenere  Castelbuono Comune Covid-free”.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.