Se la politica implode diventa implolitica.

Giuro che ogni volta che sentivo la frase -?duoppu a Sciumara ognunu èni chiddu ca voli?- rabbrividivo. Non avevo mai compreso, a pieno, come nascoste tensioni politiche nostrane abbiano poi un risvolto extra-castelbuonese che contraddice tutto e il contrario contraddetto di tutto.

Ma fa niente. I vecchi saggi dell?elìte politica castelbuonese hanno sempre sostenuto che l?anima esiste, non solo ma può pure avere pure due tessere di partito.

Ma la sentenza nasconde una mal celata verità: futtiri ppi futtiri. Attenzione. Non vorrei proprio io scadere in discorsi intrinsecamente populistici. La mia storia e le mie idee mi rinnegherebbero. Ma non è certo colpa mia se esiste un tipo speciale di animale politico castelbuonese. Quello che si sa di loro è che non vivono in branco. Sono cani sciolti. Talvolta li hanno visti fare gruppo ogni cinque anni nei periodi invernali in preparazione della primavera. Il loro tentativo è quello di destabilizzare il tessuto politico per trarne un profitto personale. Far rischiare agli altri un bottino di cui si vogliono impossessare. Il loro bottino preferito è il POTERE! Nulla di scandaloso? Fate voi! Quando però vedrete animali politici candidati alle scorse elezioni con una coalizione e ora magari candidati con l?altra opposta,FACCIAMOCI IL PIACERE CIVILE DI NON VOTARLI. Riprendiamoci il bottino. Il potere è del cittadino. A loro lasciamo l?osso e lanciamolo il più lontano possibile. Se c?è la facciamo, più lontano della Sciumara!