A Cimiddra addaviri

Oggi, sabato precedente l’ultima Domenica di Giugno, si è svolta a tammuriniata da cimiddra addaviri (anche detta a prucissioni da rama u daviri) in onore al Cuore di Gesù. Questa particolare processione fu mutuata dall’antica festa della Madonna della Scala (celebrata dal  XVII secolo agli anni 60 del Novecento) che aveva un assetto molto simile ed usciva dalla chiesa dei Padri Cappuccini il 2 Luglio di ogni anno. Si presuppone che la processione dell’alloro  entrò a far parte delle tradizioni legate al Cuore di Gesù a fine ottocento, quando il culto si radicò nella chiesa del Monte Calvario. La mattina, un quadro del Sacro Cuore, adorno di nastri e fiori è accompagnato in processione da un buon numero di bambini che sventola rami (macci o cimiddri)  di alloro decorati con stoffe rosse, cantando canzoncine intervallate dal suono del tamburo. Al termine della processione l’alloro, benedetto, è distribuito ai presenti. Altre fronde di alloro sono distribuiti la sera dopo la messa. Indimenticabile protagonista delle edizioni storiche di questa processione è Micu u Pagliaru che con il suo tamburo precedeva e accompagnava la processione di bimbi festanti. In occasione della festa, il prospetto della chiesa e l’architettonica scalinata sono ornati con trecce di edera e piante di geranio (marvuni).

1008558_10201402571969407_658217987_o 10172_10201402567729301_698122863_n

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.