A.S.D corsara anche a Cefal?: ora sognare ? un obbligo

Settima vittoria consecutiva dell?A.S.D Castelbuono che, nella nona giornata del campionato di Terza categoria, ha battuto con un secco 1-3 la Stella Azzurra Cefal? mantenendo il vantaggio di 7 punti sul Caccamo e addirittura allungando sui ?cugini? della Polisportiva Castelbuonese ora a -9 dalla capolista.

In una domenica dalla temperatura quasi primaverile l?A.S.D, che deve fare a meno di uomini cardine come Cannizzaro, A.Cicero e Spallino, scende in campo con il pi? classico dei 4-4-2: Occorso tra i pali, in difesa da destra a sinistra Bruno, Lo Cicero, Prestianni e Di Paola, centrocampo con Marandano e A.Citt? davanti la difesa, Piro e Castiglia sulle fasce ed inedito tandem d?attacco formato da S.Cicero e Gulino.

Sin da subito gli ospiti iniziano a tenere in mano le redini del gioco e gi? al 10? sbloccano il risultato con un calcio di rigore decretato dal direttore di gara per un? evidente spinta da dietro ai danni di Gulino pronto a colpire di testa sugli sviluppi di un tiro dalla bandierina.

Sul dischetto si presenta Piro: portiere da una parte e palla dall?altra: 0-1.

L?A.S.D ? l?indiscussa padrona del campo e, nonostante tutto, intorno al 30? un insaziabile Mister Mazzola decide per un cambio: fuori uno spento Castiglia per fare spazio a Norata.

La capolista continua a macinare gioco e a dimostrare la sua netta superiorit? tecnica per lunghi tratti ma al 35?i padroni di casa trovano l?insperato pareggio sugli sviluppi di un calcio di punizione dalla trequarti che vede impreparata la difesa castelbuonese la quale, con la complicit? di un?uscita poco felice di Occorso, consente al centravanti della Stella Azzurra di insaccare di testa: 1-1.

Nei restanti minuti del primo tempo non succede pi? nulla di rilevante e le squadre rientrano negli spogliatoi sul risultato di parit?.

La seconda frazione si apre con un netto calcio di rigore non concesso agli ospiti per un evidentissimo fallo di mano in area non segnalato dalla terna arbitrale.

Gli ospiti per? con il passare dei minuti crescono e al 15? si riportano in vantaggio.

Ottima azione di pressing di S.Cicero che ruba palla a un avversario sulla trequarti e si invola dritto verso la porta, dribbling secco ai danni del portiere e palla depositata in fondo al sacco: 1-2.

Trascorrono appena 10 minuti e uno scatenato S.Cicero supera nettamente il suo diretto marcatore che ? costretto ad atterrarlo in piena area di rigore.

L?arbitro non pu? che assegnare la massima punizione che lo stesso S.Cicero realizza con la freddezza di un veterano: 1-3.

L?A.S.D comprende che la partita ? ormai in pugno e si limita a controllare il vantaggio senza affondare pi? di tanto fino al novantesimo.

Con questa preziosissima vittoria (la settima nelle ultime sette gare, manco fosse il Barcellona!!) l?A.S.D si porta a 22 punti in classifica, pu? permettersi di guardare tutti dall?alto in basso forte del suo ampio vantaggio, ma al tempo stesso deve essere brava a tenere i piedi ben piantati per terra consapevole che da qui alla fine tutti gli avversari venderanno cara la pelle per cercare di arrestarne quella che si profila come una vera e propria marcia trionfale.

Saro Cusimano

P.S: per il ?Pagellone? appuntamento alla prossima gara casalinga contro il Golisano