Acqua. Gattopardi: “Uno scandalo a Castelbuono”

Uno scandalo a Castelbuono. Vogliamo la Verit? !?In ogni paese civile degno di questo titolo l?acquedotto ? protetto e vigilato.?
Da anni a Castelbuono non possiamo utilizzare l?acqua dei rubinetti, inoltre,? paghiamo l?acqua per potabile anche quando non lo ? . Oltre al danno si aggiunge? la beffa (paghiamo bollette salate e compriamo acqua minerale) pur avendo una delle migliori falde acquifere della Sicilia .

Altrettanto devastante e assordante ? il silenzio del Sindaco rispetto alla gravit? di quanto ? accaduto negli ultimi mesi (acqua sporca??.., numerosi danni alle reti idriche, autoclavi? bruciati, serbatoi pieni di fango e disagi arrecati alle attivit? produttive, ecc.). Il silenzio sta diventando complicit?? e non pu? essere un alibi per evitare di intraprendere iniziative per la salvaguardia dei diritti e della salute dei cittadini, le vere parti offese di questa vicenda.?

Chiediamo per? la tutela? dei Cittadini? e? dei nostri? Figli delle risposte:

?

?

Sono state avvisate le autorit? competenti (Arpa , Ufficio Igiene, ecc.)??
Sono state? attuate le indagini? epidemiologiche per eventuali inquinanti presenti ? ?Sono state messe? in sicurezza le sorgenti e? bonificate le condotte idriche ? ?
E? stato comunicato ai cittadini se? l?acqua proveniente dalle condotte idriche comunali ?? utilizzabile per uso alimentare o per servizi igienici ?
Verranno risarciti i cittadini per i danni subiti e per le bollette esose pagate ?
Per quanti anni ancora dobbiamo comprare acqua minerale?

Per aderire e sottoscrivere il documento? www.igattopardi.it

Il Presidente
Dott. Vincenzo Allegra

1 commento

  1. Sono d’accordo con il Dot. Allegra come si pu? essere indifferenti davanti a tutto nessuno degli amministratori si preoccupa realmente con impegno e nel rispetto degli elettori dei cittadini, della comunit? di portare avanti il nostro paese Castelbuono, un paese fatto da Asini e panettoni, non si incentiva nessun’altra attivit? siamo la perla delle madonie, ma nessuno si rende conto che il territorio che ci circonda non ? solo il Castello e piazza Margherita tutto il restro ? dimenticato ma cosa possiamo pretendere dai nostri amministratori gente poco esperta diciamo cos? che rimane alle strette direttive del desputa che tutto ordina e decide. Quindi altro che acqua e poi le analisi dell’acquedotto drovrebbero essere fatte mensilmente, la rete idrica fa pena ma ? normale quando mio nonno camminava con l’asinello l’acqua non arrivava nelle case, e poi il tanto eloggiato risparmio della raccolta con l’asino, ogni asino ci vuole un conduttore pi? il camioncino della raccolta altro operatore pi? il conferimento in discarica.
    Prima un camion un autista e due operatori = 3 persone e la raccolta era fatta. E poi le strade il verde pubblico, la sicurezza dove siete? Dove viviamo?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.