Al “Salaparuta JAZZ Festival-Targa Nick La Rocca”, il 23 luglio Mete Onlus presenta il documentario su Jazz e Diritti umani

Nell’ambito del “Salaparuta JAZZ Festival-Targa Nick La Rocca”, promosso dal Comune di Salaparuta in collaborazione con Castelbuono Jazz Festival (fondato e diretto da Angelo Butera), giunto quest’anno alla sua 25 edizione, Mete Onlus sarà presente con il Rendez-Vous Culturale “L’Arte, la Musica, il Jazz ed i Diritti Umani”. Sarà proiettato il documentario scritto e diretto da Giorgia Butera, riprese e montaggio a cura di Alfredo Di Forti.

Arte, Musica, Jazz, Cultura di Pace e Diritti Umani, sono elementi strettamente correlati alla narrazione del mondo, all’affermazione di uomini che hanno caratterizzato la storia culturale del nostro pianeta, ma anche territori divenuti iconici per aver dato i natali a musicisti internazionali.

Il jazz è uno stile musicale nato negli anni venti negli Stati Uniti nelle colonie di schiavi afroamericani. Costretti a lavorare nelle piantagioni del sud America, trovavano conforto improvvisando canti sia collettivamente che individualmente. La musica aiutava gli schiavi a lavorare in coordinazione.

Il 28 febbraio 1917, Dominic James La Rocca, detto Nick (classe 1889) incide il primo disco jazz della storia. La Rocca è musicista italiano originario di Salaparuta (Provincia di Trapani, Sicilia) considerato un pioniere del jazz classico.

L’arte abbraccia i diritti umani; ritmo ed improvvisazione hanno spesso accompagnato Leader di Pace e di Giustizia, come Martin Luter King e Nelson Mandela.

Al “Salaparuta JAZZ Festival-Targa Nick La Rocca” si esibirà La Piccola Orchestra Nick La Rocca, diretta magistralmente da Antonio Zarcone, con la straordinaria partecipazione di Giuseppe Milici, Giuliana Di Liberto, Tony Piscopo. Direzione artistica di Ezio Di Liberto.