Al via i lavori di messa in sicurezza della ss 643 di Polizzi. I mezzi pesanti deviati sulla ss 286 di Castelbuono

[cefaluweb.com] Dopo il crollo del pilone del viadotto Imera che ha comportato la parziale chiusura dell’autostrada Palermo – Catania in entrambi i sensi di marcia tra gli svincoli di Scillato e di Tremonzelli, tutto il traffico veicolare si è riversato sulle strade secondarie, che nelle Madonie non versano certo in buone condizioni.

Mentre i mezzi pesanti sono stati deviati sulla strada statale 286 di Castelbuono, i mezzi leggeri, gli autobus e il trasporto pubblico locale si sono spostati sulla statale 643 che da Scillato porta a Polizzi Generosa, già chiusa dopo che una frana aveva invaso la sede stradale interropendo i collegamenti tra i due paesi, poi riaperta proprio in occasione dell’insorgere di questa emergenza. La statale è stata quindi riaperta al traffico, in entrambe le direzioni, a seguito della richiesta dell`Amministrazione comunale di Polizzi che ha concluso, insieme con il Genio Civile, i lavori di messa in sicurezza del tratto sottostante il crollo del muro garantendone la transitabilità. La strada rimane però in pessime condizioni, che si vanno aggravando a seguito dell’intenso traffico che ora si trova a sopportare.

Per questi motivi dalla notte di oggi, lunedì 20 aprile, l’Anas ha già predisposto una serie di interventi per asfaltare ampi tratti della statale 643, rovinati dalla frana dello scorso gennaio e dall’incedere di altri fronti franosi nella zona, prevedendo anche l’istallazione di nuovi guard-rail lungo tutto il corso della deviazione, in particolare nella zona della frana. Gli operai dell’Anas interverranno poi per potare gli alberi vicino alla carreggiata e che creano non pochi problemi agli automobilisti, soprattutto ai pullman, già messi alla prova dal tortuoso percorso fino a Polizzi.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.