Alla Badia un incontro con il poeta Franco Arminio, offerto da Maria Angela Pupillo

Il prossimo sabato, 6 maggio 2017, alle ore 17:30, presso la sala delle Capriate della Badia, avrà luogo un incontro letterario con il poeta/paesologo FRANCO ARMINIO. Per il calibro e l’originalità con cui, da anni, in versi e prosa, Arminio porta avanti sostanziali passioni civili e della propria interiorità, è ospitato in varie sedi culturali in tutta Italia, scuole comprese. Nelle sue tematiche la “cura del guardare”, la “politica commossa”, la “religione dei luoghi”, la “militanza della gratitudine”: la poesia come mezzo per esprimere il “mistero che c’è nella pochezza”.
L’evento culturale, ad ingresso libero, è il dono alla comunità di una cittadina castelbuonese, Maria Angela Pupillo. “Sarà un’occasione particolare per celebrare con chi vorrà intervenire il Tempo personale nel Tempo di un luogo, con brindisi finale”.

Con il patrocinio del Comune di Castelbuono, l’incontro è stato inserito nella programmazione della Biblioteca comunale.

Franco Arminio è nato e vive a Bisaccia, nell’Irpinia.
Autore di una ventina di libri, in poesia e in prosa, scrive fin dagli anni 80. Il suo ultimo lavoro, uscito a febbraio 2017, è “Cedi la strada agli alberi. Poesie d’amore e di terra”, edizioni Chiarelettere.
Come “paesologo” scrive da tempo sui giornali, per portare avanti la tematica dei piccoli paesi da tutelare. Ha ideato in merito la Casa della Paesologia che si trova a Trevico (Avellino). Ha pure dato vita al festival “La luna e i calanchi” che si svolge tutti gli anni ad Aliano (Matera) e si occupa di fotografia.
Sul suo lavoro, il regista Andrea D’Ambrosio ha realizzato il documentario Di mestiere faccio il paesologo. (2010)
Arminio è anche referente tecnico del progetto pilota della Montagna materana, nell’ambito della strategia nazionale per le aree interne.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.