Apre Casa Speciale. Cinque progetti per la creatività giovanile nel campo sociale e culturale

Riceviamo e pubblichiamo la sintesi di alcune attività laboratoriali che si realizzeranno al centro studi “Marco e Rosa Speciale”, attivate nell’ambito delle iniziative che seguiranno all’apertura della “Casa Speciale”. L’articolo verrà aggiornato sulla scorta delle nuove informazioni che arriveranno.


casa-speciale-definitivo

 

 

 

 

Avviso22LABORATORIO DI FORMAZIONE POLITICA

“LA POLITICA COME SERVIZIO, OLTRE LE APPARTENENZE”

Consulta Giovanile – Centro Polis – Centro Erripa

La crisi attuale della politica in generale e dei partiti in particolare, la crisi economica e finanziaria, il crescente fenomeno dell’antipolitica, il degrado morale in molti settori della vita sociale e tanti altri problemi inerenti il vivere civile rendono sempre più necessaria un’attenta lettura dei principi che stanno alla base della nostra società..

Siamo convinti che una nuova progettualità di tipo politico e, quindi, la costruzione di una nuova società, debba partire da un percorso di conoscenza e formazione rivolto a quanti intendono operare nella prospettiva della condivisione e dell’impegno per il bene comune.

Pensiamo che fare politica diviene puro dilettantismo quando non si fondi sulla conoscenza della realtà in cui viviamo. E che intendiamo, a nostra volta, trasformare.

Partendo dall’analisi della società attuale e delle sue tendenze evolutive, assumendo consapevolezza dei percorsi storici che l’hanno determinata, dotandosi degli opportuni strumenti di conoscenza dei principali meccanismi che governano il mondo della politica e dell’economia, diventerà possibile acquisire responsabilità e capacità di rispondere ai suo problemi, alle sue contraddizioni ,ai suoi conflitti per tentare di orientarla verso obiettivi di riforma e modernizzazione.

Riteniamo importante possedere una cultura politica che dia senso e spessore al proprio impegno perché pensiamo che la Politica, la buona politica, sia una delle  più nobili attività dell’uomo.

A tale scopo  crediamo valga la pena di offrire, a chi voglia accettarla, l’occasione di approfondire  aspetti diversi della partecipazione politica, in vista del bene comune.

Per iniziare, abbiamo pensato di dedicare spazio alla ricostruzione della storia politico-amministrativa castelbuonese, sconosciuta specialmente ai più giovani, per rafforzare il senso della appartenenza comunitaria. Di più: pensiamo di creare una vera e propria Banca della Memoria a tutela del passato che va trasmesso alle generazioni future ,anche grazie alle nuove tecnologie.

Una voce, un racconto, ricordi ed emozioni che stanno dietro e dentro i    fatti storici, interviste ,filmati da diffondere attraverso Internet e YouTube.

Cominceremo, dunque , questo percorso  partendo dal racconto delle vicende comunali fin dall’ immediato dopoguerra, per arrivare ai nostri giorni e seguiteremo con la storia dei partiti politici e i fatti più salienti dell’Italia repubblicana.

Continueremo affrontando temi inerenti la organizzazione e il funzionamento degli Enti Locali, i rapporti tra cittadino e Amministrazione, gli aspetti normativi, fiscali e giuridici.

Cercheremo ,tramite relatori adeguati e competenti nei vari settori di delineare, quanto più chiaramente possibile, il quadro complesso dei meccanismi di funzionamento dello Stato e dei suoi vari poteri, della burocrazia e dell’economia.

 

Il calendario degli incontri, salvo modifiche, è il seguente:

7 marzo 2014
La storia del comune di Castelbuono
dal 1948 alla fine degli anni ‘60
Relatore  Avv. Mario Lupo

22 marzo 2014
La storia del comune di Castelbuono
“Gli anni ‘70”
Relatore     Avv. Mario Lupo

4 aprile 2014
Ricordi e atmosfere degli anni passati
Relatore Prof.  Vincenzo Raimondo

Un giovane e la politica negli anni ‘80
Relatore Prof. Giuseppe Mazzola

L’esperienza politico-amministrativa negli anni  ‘90
Relatore Prof. Angelo Ciolino

L’esperienza amministrativa degli anni 2000
Relatore           Mario Cicero

Prospettive per il futuro
Relatore         Dott. Antonio Tumminello                                                                                                                                          

                                                               

Si tratta di un calendario di massima che, potrà subire modifiche anche per quanto concerne gli ambiti di trattazione svolti dai relatori che potranno essere, inoltre, affiancati da altri testimoni del tempo  storico di riferimento, di cui stiamo ancora verificando la disponibilita ( leggasi Andrea Sottile, Carmelo Mazzola, rag. Francesco Romeo, prof. Francesco Cipolla)

 

***************

“SUONI DELLA MEMORIA”

Ass.ne LORIMEST
Il progetto elaborato dalla Associazione intende favorire il recupero, la conservazione e la valorizzazione del patrimonio immateriale di tradizioni musicali e orali del nostro territorio.

La divulgazione dell’immenso patrimonio musicale, espressione della storia e della cultura  rappresenta la possibilità di aprire un confronto tra anziani, custodi della tradizione, e i giovani; il passaggio di informazioni può avvenire sia attraverso l’uso delle nuove tecnologie, ma sopratutto con il rapporto diretto.

V’è pure qualcosa d’altro che ci motiva ad un incontro con i giovani: la naturale sintonia che proviamo con gli sguardi, i gesti, i suoni della nostra gente; il sentirci parte della storia scritta tra queste montagne, interlocutori privilegiati della memoria di questa collina.

Ci impegniamo in una didattica musicale che certamente fa riferimento ai repertori tradizionali, ma non solo ad essi, sviluppando così nuove forme di apprendimento musicale.

Facciamo in modo che i momenti di socialità da noi promossi si inseriscano nelle consuetudini esistenti, non per questo rinunciando a “sperimentazioni ed arditi innesti in scenari suggestivi”.

Usando un paradosso, potremmo dire che il nostro incontro con la cultura tradizionale si configura come una straordinaria occasione per inventare ed inventarci.

La nostra ambizione è di investire energie nella cultura e nella storia del nostro territorio, inventare iniziative di aggregazione che si pongano in sintonia con l’ambiente naturale e la memoria; non si tratta, perciò, solo di finanziare rassegne, che riteniamo molto importanti e che siamo ben felici di organizzare.

Come Associazione LORIMEST lavoriamo in tal senso ed è per noi estremamente importante, oggi, incontrarci con i giovani.


Il Presidente

Antonio Di Paola

 

******************

LABORATORIO DI LETTURA

“LETTERATURA  E  DIALOGO”

Ass.ne Penelope

La lettura è un fatto profondamente individuale: ogni lettore ha bisogno del contatto a tu per tu con il libro, di quel dialogo esclusivo e intimo. Leggere è spesso solitudine, il lettore, con un libro in mano, si trova a confronto con storie, personaggi, viaggi e fantasie, che lo portano, spesso, in un’altra dimensione.

Allo stesso tempo però, sembra quasi un gioco, il libro è, infatti, un oggetto pubblico, e per tale ragione, esso è alla portata di tutti, ragione per cui la lettura è sempre anche un fatto sociale. Leggere è un fatto comune, così come recita anche la nostra Costituzione, sulla divulgazione della cultura, è un atto indispensabile e socialmente responsabile. Divulgare un libro, significa, condividere quelle storie di cui si parlava, quei personaggi, per farle divenire patrimonio comune di crescita e solidarietà. In quest’ottica ho pensato al progetto che propongo per il “Centro studi Marco e Rosa Speciale”.


Articolazione del corso

La lettura creativa dei libri, vuole essere un dialogo sui temi trattati nei libri che di volta in volta si sceglieranno.

Il ragazzo non sarà un ascoltatore passivo ma, un protagonista attivo del progetto, del libro stesso; egli sarà condotto alla lettura e alla comprensione del testo, anche tramite verifiche orali o di altro genere, scelte in condivisione con il gruppo.

Il corso di lettura creativa e dialogo è rivolto ai giovani di Castelbuono, si svolgerà due volte al mese (ogni 15 giorni) nei locali del  “Centro studi  Rosa e Marco Speciale”. Ogni incontro sarà di un’una e mezza circa e saranno previste anche visite alla Biblioteca comunale e alla libreria Edicolè di Castelbuono.

 

Il Segretario dell’Ass. Penelope

Dott.ssa Francesca Cicero

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.