ASD Castelbuono. Brutta sconfitta contro il Cus Palermo

Il 3-0 di ieri non ammette repliche anche se, in base a quanto visto in campo, rappresenta senz’altro un risultato bugiardo. Il CUS Palermo ha disputato una gara generosa dimostrando una maggiore aggressività e soprattutto maggiore concretezza e abilità nello sfruttare le occasioni gol avute. Nel primo tempo siamo andati un paio di volte vicini al vantaggio con Adami ma al 25’ Reina, sugli sviluppi di un corner, si trova inspiegabilmente libero e insacca di testa. Nella ripresa, pronti via, e il neo-entrato Dragna colpisce il palo. Passano pochi minuti e Rizzo con un gran sinistro dal limite sfiora il palo. Gli avversari sembrano in evidente difficoltà ma Picone è abile a sfruttare una indecisione tra Scalia e La Mattina e realizza il 2-0. Il gol subito si fa sentire anche se la reazione non tarda ad arrivare. Ancora Dragna sguscia via ai due centrali e va vicinissimo al 2-1 che avrebbe riaperto la gara. Subito dopo Adami viene abbattuto in aria ma l’arbitro lascia misteriosamente proseguire. A questo punto la squadra, nel disperato tentativo di raddrizzare il risultato, si sbilancia troppo e per il Cus si aprono delle vere e proprie praterie in contropiede. Ecco dunque che a pochi minuti dal novantesimo, in una di queste ripartenze, Reina pesca il jolly con un gran tiro che si insacca all’incrocio dei pali e chiude definitivamente l’incontro. Dopo una sconfitta così pesante bisogna assolutamente reagire e rialzarsi. Il campionato è appena cominciato e la squadra forse ha ancora bisogno di un po’ di tempo per registrare certi meccanismi ma già da domenica, in casa contro il Campofelice, i 3 punti diventano obbligatori.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.