Asini a passeggio

Non senza rimanerne sbigottiti, qualche giorno fa ricevemmo questo contributo anonimo. Non potendo verificare la veridicità del provvedimento citato, abbiamo tardato nella pubblicazione. Decidiamo adesso di pubblicare ugualmente l’articolo segnalando però, al contempo, la questione all’amministrazione e chiedendo informazione a proposito. Ci auguriamo di essere smentiti.Cara comunità castelbuonese, giorni fa un mio vecchio e caro amico mi mette al corrente di un’iniziativa davvero bizzarra dei nostri amministratori, iniziativa che a quanto pare (ma non son certo… non sono avvezzo ai fatti castelbuonesi) è in vigore da tempo. Trattasi di delibera, delibera comunale, roba seria.A quanto risulta da questo foglietto di carta scritto tutto punto in caratteri neri neri e leggeri, come dev’essere per i foglietti di carta, si propone,in questa delibera, un uso consigliato della disabilità.Mi spiego cari castelbuonesi. In pratica per tutelare la sacra “passeggiata” (cito dalla delibera il virgolettato) dalle ore 19 alla 01 dei giorni estivi il nostro simpatico disabile dovrà suo malgrado fare a meno della sua disabilità.Capisco la cosa appare contorta ma a ben vedere le ragioni sono serie. I nostri amministratori (meglio vostri!!??) tutelano un patrimonio comune e antico quale la passeggiata e in nome di Essa schiacciano uno dei presupposti, anzi il presupposto del vivere civile, del vivere comune: La libertà. La libertà di movimento cari miei concittadini.Il diritto è sospeso, castrato (almeno dalle 19 alla 01).E quella libertà che, per sorteggio biologico a tutti non è concessa ma il progresso ha restituito, viene di colpo cancellata da un editto medievale…. e gli asini continuano a passeggiare…con osservanza un turista di passaggio per i colli madoniti