Assegnato il premio come migliore postazione di “quarare” 2016

[Riceviamo e pubblichiamo] Momenti di sana allegria hanno visto giovani e meno giovani ballare nei pressi delle postazioni mentre il trio di Giuseppe Barreca con chitarra, fisarmonica e mandolino esprimeva il meglio di sé.

Notate diverse comitive di turisti stranieri alloggiati nelle strutture alberghiere della costa che si sono calati nell’atmosfera di una ruspante sagra paesana.

Come da tradizione si è provveduto ad assegnare un riconoscimento alla migliore postazione di “quarare” che per qualità dei prodotti, senso dell’accoglienza nei confronti dei turisti, allestimento scenografico in tema, ha interpretato, a parere di una apposita commissione rimasta segreta e che ha visitato i siti durante la manifestazione, il vero spirito della tradizionale Festa di San Giovanni.

Qualche altra postazione sarebbe stata meritevole di un riconoscimento ma il premio messo in palio (un bel piatto di ceramica dipinta a mano realizzato ed offerto dall’azienda Nino Parrucca di Palermo) è stato assegnato quest’anno alla postazione realizzata da Salvatore Baggesi de ”Il Giardino di Venere” di Corso Umberto.

La motivazione che ha prodotto questo risultato, a parere dei componenti della Commissione, consiste, oltre ad avere soddisfatto tutti i requisiti previsti nel citato Bando, nell’avere saputo ricreare nell’apposito spazio scelto (dietro la Fontana di Venere Ciprea e nell’attigua via) uno scenario che ha richiamato, alla memoria di tanti, una tradizionale postazione del passato quando le “quarare” erano organizzate nei quartieri storici di Castelbuono, obiettivo che la Pro Loco intende perseguire pur nella consapevolezza delle difficoltà che incontrerà per raggiungerlo.

Le pergamene di “cumparanza e cummaranza” hanno riscontrato notevole gradimento presso il pubblico soprattutto giovane. Diversi, infatti, hanno deciso di ratificare il loro stretto rapporto di affetto divenendo compari e cummari di San Giovanni.

Un doveroso riconoscimento per quanti, Autorità civili e Forze dell’ordine, hanno contribuito alla realizzazione della Festa.

Infine un riconoscimento particolare agli organizzatori delle postazioni delle “quarare” per il grande e gravoso lavorio che li ha visti impegnati per diversi giorni nella preparazione degli alimenti da offrire in degustazione. Ad essi andrà, come ricordo della loro partecipazione, un quadretto in ceramica parimenti offerto da Nino Parrucca Ceramiche di Palermo.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.