“Attack nella poltrona e biliardini molesti.”

Deve usare una colla con potentissimi effetti adesivi. Non si spiega altrimenti la testardaggine con cui il sindaco Giuseppe Buzzanca si ostina a non voler lasciare il proprio incarico di sindaco di Messina o in alternativa quello di deputato all’Ars. Le due cariche sono per legge incompatibili perch? il comune ha oltre 20 mila abitanti (n.b.:250.000), ma il sindaco del pdl ha deciso di attaccare coi suoi avvocati la sentenza della Corte Costituzionale e al momento continua a percepire uno stipendio netto di 20.000 euro, somma dei due compensi. Ad oggi ha dichiarato che se fosse costretto a scegliere opterebbe per la carica di sindaco ma ? probabile che il maggior compenso che gli assicura la cuccagna dell’assemblea regionale siciliana potr? far oscillare l’ago della bilancia. Ma lui di certo spera di non dover essere mai costretto a scegliere, come tralaltro gi? successe al presidente della provincia dei Messina che si fece accompagnare in auto blu fino a Bari per partire in crociera con la moglie e la sua posizione fu subito sanata da un decreto legge che aboliva il reato di peculato d’uso come causa di ineleggibilit?. Insomma un’altra storia tutta italiana che mortifica ulteriormente quello che una volta era il senso dello Stato e l’arte del fare Politica. Chiss? quando arriver? anche per noi il tempo dell’indignazione.

calciobalillaA Villa D’Ogna (Bergamo) ha sede la FAS uno dei quattro maggiori produttori italiani di calcio balilla e da qualche giorno il sindaco leghista ha scritto un’ordinanza per vietare di giocare al biliardino nei locali del centro negli orari notturni e di metterli fuori dai locali per disturbo alla quiete pubblica. Sembra quasi un controsenso nel paese del calcio balilla, ed infatti l’amminstratrice della FAS, azienda che d? lavoro a circa 30 famiglie, si dice stupefatta e preoccupata per un’ordinanza che nega un momento di sano svago per un gioco che nasce negli oratori e adesso sta per diventare anche disciplina olimpica. Volendo giocare un p?, immagino un parallelismo con Castelbuono con un’ordinanza del sindaco Cicero che vieti la degustazione di panettoni e altri dolci tipici per le strade del centro.

Per questa settimana ? tutto, appuntamento a Gioved? prossimo.

?Oltre Fiumara?- Rubrica settimanale che apre uno spiraglio tra le cinta murarie del borgo, per far passare qualche notizia fuori dal comune.?