GdS. Atti vandalici al Castello, i responsabili sono tre minorenni

Segnaliamo la notizia apparsa oggi sul Giornale di Sicilia, in un articolo a firma del giornalista Giuseppe Spallino. Secondo la notizia, tre ragazzini castelbuonesi sono finiti nei guai per aver danneggiato la Porta di San Cristoforo del Castello dei Ventimiglia.

I fatti risalgono al periodo del lockdown, quando don Francesco Casamento, rettore della Cappella Palatina, ha sporto denuncia ai Carabinieri dopo aver scoperto buchi e incisioni fatti proprio ai danni della porta. I Carabinieri hanno quindi predisposto un servizio di telecamere di video-sorveglianza, riuscendo a identificare i tre giovanissimi: 2 sono tredicenni e sono stati semplicemente segnalati, mentre il terzo, quattordicenne, è stato denunciato e iscritto nel registro degli indagati.

Non è il primo degli incidenti che coinvolgono i giovanissimi nel paese, e i Carabinieri monitorano il fenomeno con particolare attenzione: tra i fatti più recenti, anche un gruppo di ragazzini scoperti a gettare sassi dalla ringhiera del Castello verso abitazioni private, e una denuncia nei confronti di un 45enne che, andando in giro in macchina nelle ore notturne con la musica a tutto volume, aveva attirato molti giovani e allo stesso tempo le lamentele di diversi cittadini.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.