Automobilismo. Un ricco calendario di eventi sportivi sulle strade madonite

[ilcaleidoscopio.info]Per la programmazione 2015 degli eventi sportivi automobilistici sulle Madonie l’Aci Palermo raddoppia gli appuntamenti. Oltre alla Targa Florio, “a cursa” più antica del mondo, che coinvolgerà molti comuni madoniti (da Cefalù a Campofelice, da Castelbuono a Piano Battaglia, ma anche Termini, Cerda e Floriopoli) e ripeterà la prova spettacolo a Collesano, l’Automobile Club ha iscritto la classica cronoscalata Collesano – Piano Zucchi per il prossimo mese di luglio e la Cronoscalata del Santuario (ex Cefalù – Gibilmanna) che a seguito del grande successo dell’edizione 2014 organizzata in collaborazione con la Promosport i Normanni di Cefalù, nel 2015 sarà una tappa del Campionato Italiano Velocità in Salita Auto-storiche. Previsto anche l’appuntamento della Targa Classica con il “Ferrari Tribute” per il mese di ottobre.

Ma non è tutto. Previsti due nuovi appuntamenti totalmente inediti per la gioia degli appassionati madoniti e siciliani. Iscritta infatti per il 22/23 agosto la 1° Cronoscalata Scillato-Collesano, una nuova gara in salita molto richiesta dai piloti, e per tutti gli amanti del rally si terrà il “1° Rally Day delle Madonie sulle Strade del Mito” con paddock e parco assistenza presso le Tribune di Floriopoli, organizzata in collaborazione con il noto promoter sportivo Tempo Srl.

Il Rally Day delle Madonie coinvolgerà molti comuni che per vari motivi organizzativi sono esclusi dalle attuali rotte della Targa Florio, un modo per riportare il rombo dei motori su tutto il territorio madonita, i cui appassionati sono notoriamente tra i più attenti e calorosi di tutta Italia. «Il territorio delle Madonie è legato inscindibilmente con le gare automobilistiche dagli inizi del secolo – sostiene il presidente dell’A.c.i Palermo Angelo Pizzuto – allorquando Vincenzo Florio nel 1906 decise di organizzare la Targa Florio sui circuiti madoniti, e da allora è stato il simbolo di questo sport in Italia e nel mondo. Ma le Madonie non sono soltanto Targa Florio – continua – che è pur sempre la gara più famosa, ma le nostre strade e la gente madonita esprimono la loro passione giornaliera attraverso una serie di altre competizioni minori ma sempre belle, impegnative e interessanti. Nel corso degli anni i percorsi sono stati forzatamente modificati rispetto al grande circuito delle Madonie, anche a causa dello stato delle strade provinciali, ma ci sembrava giusto riportare le gare e la passione anche in quei territori, come Castellana, le Petralie o Gangi, penalizzate negli ultimi anni, ma che restano sempre una parte importante della nostra storia. In questo modo – conclude Pizzuto – offriremo una varietà di gare e di diverse specialità che accontenteranno tutti gli appassionati, con una notevole ricaduta economica e turistica del nostro territorio: in fondo, l’automobilismo serve anche a far conoscere a tanti turisti e visitatori, che seguono le gare in tutta Italia, le bellezze del nostro splendido territorio».

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.