Banche sott?accusa, tassi maggiorati per i Comuni.

Un danno di oltre due milioni di euro.
[LAVOCEWEB.com] I Comuni siciliani hanno pagato interessi maggiorati per le anticipazioni di cassa da parte delle banche. Lo hanno accertato i finanzieri del nucleo di polizia tributaria di Palermo che hanno scoperto un danno erariale ai danni di diversi comuni siciliani per oltre due milioni di euro. Gli accertamenti hanno riguardato il servizio di tesoreria delle 390 amministrazioni locali dell’isola. Sono stati individuati alcuni istituti di credito che, nello svolgimento del servizio di tesoriere comunale, avrebbero applicato tassi di interesse debitori sulle anticipazioni di cassa maggiori rispetto a quelli previsti nelle convenzioni.

?Ci? ha determinato – sottolineano i finanzieri ? l?applicazione di interessi in misura arbitrariamente superiore a quelli spettanti, nonch? commissioni sul massimo scoperto e spese non previste in convenzione, con conseguente indebito aggravio di spesa pubblica?.
Sono stati gi? segnalati quindici banche per responsabilit? contabile e 135 funzionari comunali per responsabilit? amministrativa per danno erariale. ? stato anche accertato che 177 comuni non avrebbero provveduto al deposito dei conti giudiziali del tesoriere presso la sezione giurisdizionale della Corte dei conti della Regione siciliana, per l’instaurazione del giudizio di conto, in violazione delle disposizioni del Testo Unico degli enti Locali.
09.07.2009
Redazione