“Biodiversità del Parco: dalla conoscenza alla valorizzazione”. Conferenza al Museo F.M. Palumbo

[Dalla pag Facebook del Comune di Castelbuono] Presso la sala convegni del Museo Naturalistico Francesco Minà Palumbo
Mercoledì 6 Giugno ore 18.00
Biodiversità del Parco: dalla conoscenza alla valorizzazione
Funghi, tartufi, olio, miele, cereali, lumache, latte e formaggi, manna e verdure spontanee … eccellenze Madonite da mettere a sistema e da valorizzare. Questi i temi del Convegno su “Biodiversità del Parco: dalla conoscenza alla valorizzazione”, previsto per il prossimo 6 giugno presso il Museo F. Minà Palumbo di Castelbuono (Pa), nell’ambito delle iniziative della “Settimana Europea dei Geoparchi” (dal 25 maggio al 10 giugno) promossa dal Geopark, Parco delle Madonie e da un significativo network di Enti, Comuni e Associazioni del territorio.
La giornata sarà dedicata alla Biodiversità del Parco delle Madonie, per promuoverne conoscenza funzionale alla valorizzazione. L’Università degli Studi di Palermo in primo piano darà un contributo significativo e strategico con alcuni dei suoi migliori esponenti del settore, l’Idimed (Istituto della Dieta Mediterranea) accompagnerà questo processo con i suoi esperti e con la rete che ha costruito sul tema “cibo e salute”. L’evento vuole riportare al centro dell’attenzione il Territorio e le sue produzioni agroalimentari (identitarie) intese come risorse locali da mettere a sistema con le altre realtà comprensoriali (istituzioni e imprese) e con i servizi e le infrastrutture (logistica, marketing, trasformazione, cultura di riferimento …). Nell’anno del Cibo Italiano la Comunità di Castelbuono riflette opportunità che le “eccellenze enogastronomiche locali” possono rappresentare (in tutta la sua filiera, dal campo alla tavola, ai servizi ad esso associati) per l’economia siciliana e per i giovani. La cornice di riferimento dell’evento sarà comunque lo “Stile di vita mediterraneo: identità gastronomica, biodiversità alimentare, sostenibilità ambientale, sociale ed economica”. Un ruolo di primo piano avranno i funghi, i tartufi e le verdure spontanee. Verranno infatti poste in esame le strategie e le procedure utili alla certificazione e all’utilizzo dei prodotti nel comparto della gastronomia. Ma il vero protagonista dell’iniziativa è il Marchio collettivo di qualità Panierenatura, registrato presso il Ministero dello Sviluppo Economico – Ufficio Brevetti e Marchi il 04 ottobre 2010 con n. 0001351581, è uno strumento di identificazione che l’ente Parco delle Madonie assegna alle aziende agroalimentari impegnate in un percorso di qualità e sostenibilità, per garantire ai consumatori la provenienza dal territorio del Parco e la qualità delle produzioni. Il Marchio Panierenatura, di cui si occupa personalmente il Direttore del Parco, Peppuccio Bonomo, identifica le produzioni locali dell’eccellenza madonita, prodotte artigianalmente da piccole aziende che hanno fatto del rispetto dell’ambiente la loro mission. Il marchio garantisce i consumatori favorendo loro l’accesso a prodotti di origine controllata e a basso impatto ambientale. Le aziende a marchio sono tutte aziende concertificazione biologicae alcune di esse hanno ottenuto, grazie a elevati standard produttivi, ulteriori certificazioni di qualità ambientale. Tutte le aziende che si sono fregiate del marchio Panierenatura sono quotidianamente impegnate nella riduzione dell’impatto ambientale della propria attività, nella promozione di una alimentazione sana e nel garantire produzioni che preservino l’ambiente naturale, il paesaggio e rispettino il patrimonio e le tradizioni locali. “Panierenatura è dunque sinonimo di qualità, sicurezza, sostenibilità e rispetto del territorio”, afferma il commissario del Parco delle Madonie, Totò Caltagirone. Il Convegno sarà l’occasione per confrontarsi sul tema della valorizzazione dell’identità culturale, agroalimentare, ambientale ed economica del Parco delle Madonie. E’ prevista infatti la partecipazione dell’Assessorato Regionale Territorio e Ambiente, del Commissario del Parco delle Madonie e del suo Direttore, del Dipartimento Scienze Agrarie, Alimentari e Forestali dell’Unipa, del Corso di Laurea in Scienze e Tecnologie Agroalimentari dell’Unipa, del Direttore dell’Orto Botanico di Palermo e dell’Istituto della Dieta Mediterranea (in allegato il Programma). Saranno presenti inoltre: GAL ISC Madonie, CNA giovani, Istituti Scolastici del Territorio, Imprese agroalimentari, Albergatori e Ristoratori, associazioni del settore, Slow Food Basse Madonie, CERF – Ente di Formazione professionale, alcune delle Aziende che già fanno parte del Panierenatura come “Azienda Agricola Bergi” e tante altre invitate a conoscere il Marchio ed a visionare le modalità di adesione.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.