Bompietro. Inaugurato il museo del “Torneo delle Madonie”

[ilcaleidoscopio.info]A mezzogiorno di domenica 28 agosto, giornata della festa d’autunno, presso il palazzo del Comune, in piazza Rimembranza, è stato sciolto il nodo del nastro inaugurale del museo.

Alla presenza di tanti cittadini, tifosi, sostenitori, vecchie “glorie” del calcio madonita, il sindaco Lucio Di Gangi, insieme al presidente della Figc Sandro Morgana e a Calogero Andolina Presidente della fondazione “Torneo Delle Madonie”, con apprezzamento e soddisfazione ha aperto ai visitatori l’aula adibita all’esposizione.

Il museo è già una realtà e i tanti “ricordi” si arricchiscono di documenti e materiali raccolti con meticolosità e passione, testimonianza del grande valore storico e culturale che il museo può indubbiamente rappresentare per il territorio.

Ne ha ribadito l’importanza culturale proprio il Presidente Morgana, sottolineando con  l’espressione di Seneca che  “solo il passato ci appartiene” e l’iniziativa va apprezzata e sostenuta in quanto importante eredità e patrimonio della nostra tradizione.

La fondazione, nelle prossime settimane, istituirà una commissione di “saggi” che avrà il compito di stilare un bando da trasmettere ai comuni madoniti, definendo criteri e  condizioni per individuare il luogo di collocazione del museo.

Inoltre, si sta adoperando per reperire fondi e contributi necessari per l’organizzazione e la pianificazione dell’esposizione e, a tal proposito, il Presidente Morgana ha assicurato un sostegno economico da parte della lega, in modo da poter garantire (prima dell’inizio o durante lo svolgimento del prossimo torneo) una sede stabile al museo.

L’inaugurazione è stata anche occasione di incontro tra ex calciatori che hanno militato nelle squadre e nei campi di calcio del “vecchio” torneo; tra questi i “mitici”: Lucio Di Gangi, Franco Alleri e Aldo Russo, grandi campioni e protagonisti del Bompietro di ieri che hanno collezionato vittorie e trofei, entusiasmato ed acceso gli animi dei tifosi.

Il loro contributo ed impegno pro-torneo continua, nella consapevolezza che la ricostruzione di questa importante “porzione” del passato costituisce una “parte del nostro tempo sacra e intoccabile, posta al di là di tutte le vicende umane… e il cui possesso è perenne”!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.