“Boom di ragazze madri e il ciccione non vola”

Rimane grave, anzi gravissimo l’avvocato Enzo Fragal?, dopo l’aggressione ai suoi danni avvenuta Marted? sera a Palermo. L’aggressore lo ha picchiato con un oggetto in ferro riducendolo in fin di vita. Adesso il noto avvocato lotta tra la vita e la morte. Un’aggressione sconsiderata, esageratamente violenta e feroce, con la chiara volont? di uccidere. Ancora ignote le possibili motivazioni. Resta il fatto che, ancora una volta, fare bene il proprio lavoro a Palermo ? impresa ardua, non si ? sicuri nemmeno in pieno centro citt?. E’ vergognoso. Un gesto indegno e codardo. Meschino. La violenza gratuita mi fa schifo. Mi fa schifo chi la esercita. Chi crea il terrore in una citt? cos? bella e virtuosa, ma purtroppo ricordata solo per meri atti di putrida violenza. Mi fate pena.

Che il 54% delle teenager sia incinta prima dei 18 anni, seppur abitando in zone degradate, ? un dato chiaramente assurdo e illogico. Eppure i Tories inglesi non se ne sono avveduti. Hanno presentato un documento ufficiale alla camera con il dato anomalo, aggiungendo che la percentuale ? tre volte pi? grande di quella delle zone meno disagiate. Che, se la matematica non ? un’opinione, ammonterebbe al 18%. Che ? altrettanto assurdo. Immaginate tra tutte le ragazzine di Londra il 18% ha il pancione. In una classe di liceo di 20 persone, 4 sono ragazze madri. E considerando le zone degradate sarebbero state 12 su 20. Peccato che quel 54% in realt? era il 5,4%. Dato molto pi? verosimile. Ma che figura da “non lord” hanno fatto. Basta rifletterci su un attimo e capire che ? impossibile. O forse in Britannia come in Italia i politici sono una casta talmente lontana dalla realt? da non accorgersi di una tale incongruenza logica. Vivono in un mondo parallelo. Irreale. Pensano che loro figlie sono tutte vergini e illibate. Pensano.

kevinsmithKevin Smith ? un attore e regista americano ciccione. Talmente ciccione che quando prende l’aereo ? costretto ad acquistare due biglietti. In un solo seggiolino non c’entra. Qualche giorno fa ? stato invitato dalla Southwest Air a scendere dall’aereo perch? il volo era pieno e dovevano garantire il posto a chi aveva gi? effettuato la prenotazione. L’attore aveva cambiato prenotazione poco prima, si era gi? occupato nella sua doppia poltroncina, ma ? stato invitato cordialmente a rialzarsi, con le scuse di circostanza della compagnia aerea per il disguido. Che brutto malinteso. Siamo un mondo di obesi. Un mondo extralarge. Un mondo di BigMac. L’umiliazione passa presto. Tra poco partir? un altro aereo. E’ un’attesa tollerabile, quasi come aspettare un bus. E nell’attesa si pu? sempre sgranocchiare qualcosa.

Per adesso ? tutto. Vi aspetto puntuali Gioved? prossimo.

?Oltre?Fiumara – Rubrica?settimanale che apre uno spiraglio tra le cinta murarie del borgo, per far passare qualche notizia fuori dal comune.?