Botta e risposta tra un consigliere e il sindaco sulle nomine

(MADONIELIVE.COM – Giuseppe Spallino) Il 31 maggio sono scaduti i mandati dei CdA delle Istituzioni culturali castelbuonesi. In attesa che vengano nominati i nuovi componenti c?è stato un botta e risposta sul caso tra il consigliere di minoranza Giuseppe Genchi e il sindaco Antonio Tumminello. Genchi ha fatto riferimento a «una lettera con esplicita richiesta indirizzata al sindaco dove si richiedeva di rispettare le promesse pre-elettorali». La risposta del primo cittadino non è tardata: «Leggendo le considerazioni svolte dal consigliere Genchi in merito alle future nomine nelle Istituzioni comunali mi viene di pensare che lo stesso si ricorda il metodo utilizzato dalla sua precedente Amministrazione. Ma lo posso tranquillizzare l’era della “New Family” è finito». Ha ribattuto il consigliere comunale: «Il mio appunto era riferito ad una lettera, della quale il sindaco non ha smentito l’esistenza, che alcuni cittadini hanno spedito al primo cittadino per pretendere il loro coinvolgimento nelle Istituzioni culturali. A me sembra che l’atto grave sia quello della lettera in sé, in quanto nessuno, può pretendere posti o poltrone, addirittura in carta bollata. Noi siamo per le competenze. Spero che il sindaco segua questa via maestra, altrimenti potrà smettere di parlare di New Family e cominciare a parlare di Old Family, la loro».

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.