Brand territoriale: le Madonie meglio della Versilia

Ecco i risultati di una ricerca dell?Ufficio Studi della Camera di commercio di Monza e Brianza. Le montagne siciliane vengono prima di Versilia e Costa Smeralda

MILANO. Chianti batte costiera amalfitana. E le montagne siciliane delle Madonie vengono prima di Versilia e Costa Smeralda. Lo sostiene una ricerca dell?Ufficio Studi della Camera di commercio di Monza e Brianza sul ?valore di brand? dei pi? famosi paesaggi italiani. Secondo l?indagine – basata sul valore economico del territorio, la conoscibilit? e il flusso di visitatori, la spesa dei turisti stranieri, le imprese ricettive e il prezzo medio degli immobili – l?immagine da cartolina delle pi? conosciute colline toscane avrebbe un ?valore di brand? di quasi 4 miliardi di euro (esattamente 3,95). Segue appunto la Costiera amalfitana (3,5 miliardi) e, piuttosto staccata, la Riviera romagnolo-marchigiana (2,3 miliardi).
Lo studio, che segue quello gi? dedicato ai molto pi? sfruttabili monumenti (vinceva il Colosseo con un valore di 91 miliardi di euro), riserva alcune notevoli sorprese. Al quarto posto si collocano infatti le Madonie che, con un valore di brand di due miliardi di euro, battono la Versilia, quinta con 1,9 miliardi, e la Costa smeralda, sesta a quota 1,4 miliardi. Nella ricerca della Cdc di Monza e Brianza – che ha utilizzato l”Anholt brand index? su dati Registro Imprese, Istat, Agenzia del Territorio, Regione Lombardia e Banca d?Italia – al settimo posto si piazza il Salento, poi la ?grande Brianza? che comprenderebbe anche il Lago di Como, le Cinque Terre. Nella ?top 12? c?? anche l?Aspromonte che, con un valore stimato del suo paesaggio di 538 milioni di euro, precede il Monferrato che, secondo lo studio, in Piemonte batterebbe quindi le Langhe per ?valore? del suo brand.

Giornale di Sicilia del 18/08/2011

2 Commenti

  1. A cosa e a chi servono queste esagerazioni ? Forse al Signor Mario Cicero per i suoi prossimi salti da canguro ? Verso dove ? Per fare cosa ? Non ? il caso, invece, di presentare ai castelbuonesi un consuntivo serio dei suoi 10 anni di sindacatura ? O le Madonie fanno parte di una nuova isola Utopia con Castelbuono nel ruolo della sua Amauroto e il Signor Cicero in quello di un filarco o di un traniboro e del suo popolo nel ruolo dei macarii ? In questo caso occorrerebbe andare subito alla ricerca di un secondo Thomas Morus o di una brutta copia di Tommaso Campanella o chiss? di un grande filosofo secondo soltanto a Platone che ci potrebbe riscrivere la nuova edizione di Repubblica considerato che quella scopiazzata da Marx, Lenin, Stalin, Mao & loro derivati ? andata a finire nelle macerie del Muro di Berlino. E poi cosa si deve intendere per “Comprensorio” alla luce della farsa dell’ abrogazione della Provincia sperperona e scimmiottante made in Italy tanto cara al Pd ? Chiarimenti nel merito sono graditi. Almeno per sapere dove dobbiamo andare con l’ asino.

  2. Probabilmente non sono rivolti a noi del sito i chiarimenti che richiede nel commento, in ogni caso “l’esagerazione” di cui parla (del risultato dell’indagine?) ? da ricondurre:
    A) alla Camera di commercio di Monza, nei contenuti;
    B) tutt’al pi? al Giornale di Sicilia, nella forma, da cui – come citato in calce – riprendiamo pedissequamente.?

    Cordiali saluti e grazie per l’attiva partecipazione.
    La Redazione

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.