Buon San Giuseppe con la video ricetta della tradizionale “Sfincia” di Natale Giunta

Condividiamo il video dello chef  Natale Giunta tratto dal canale youtube di Gusto Divino Channel sulla preparazione della “Sfincia” di San Giuseppe. La redazione di Castelbuono.org coglie l’occasione per fare gli auguri ai Giuseppe e ai papà che ci seguono e  buono “sfincione” a tutti.

[90013.itLo chef Natale Giunta spiega come si preparano le Sfince di San Giuseppe in collaborazione con i Supermercati Giaconia. La Sfincia di San Giuseppe è un dolce fritto tipico della Sicilia Occidentale di origine antichissima e viene consumato principalmente durante la festa di San Giuseppe, prima festa di primavera e festa del papà.

Gli sfinci di San Giuseppe sono un dolce fritto tipico siciliano, il nome deriva dal latino spongia, “spugna” vista la particolare forma e morbidezza di questo dolce, che in cottura si gonfia prendendo una forma irregolare come una vera e propria spugna. Gli sfinci vengono tradizionalmente preparati per la festa del papà, ma sono molto diffusi anche durante il periodo di Carnevale, una volta fritti ( hanno un frittura molto lunga, circa una decina di minuti, tempo necessario affinchè si gonfino per bene ottenendo una frittella morbida e alveolata) vengono cosparsi di zucchero o miele o più comunemente con una crema di ricotta e gocce di cioccolato e guarniti con granela di pistacchi, ciliegie e arancia candita. Dire che gli sfinci di san Giuseppe sono buoni, è troppo riduttivo, chi non li ha mai assaggiati deve assolutamente prepararli e gustare questa delizia, la Sicilia è un pozzo ricchissimo da cui attingere le ricette ed ogni volta ne rimango sempre più affascinata. Vi auguro una buona giornata amiche mie, un bacino e quest’anno insieme alle zeppole, preparate anche questa delizia per i vostri papà:*

Ingredienti per ottenere circa 45 sfince

500 grammi di farina 00
500 grammi di acqua
10 uova
100 grammi di margarina (o strutto)
10 grammi di sale
Un pizzico di bicarbonato
Olio di semi abbondante per friggere (in origine si usava lo strutto)

Ingredienti per la crema di ricotta

2 chili di ricotta
1,2 chili di zucchero
100 grammi di cioccolata fondente (a gocce)
300 grammi di zuccata
Scorze d’arancia o ciliegie candite q.b.
Granella di pistacchi q.b.

Procedimento

Mettere nell’acqua la margarina ed il sale e fare bollire. Incorporare la farina e mescolare continuamente sino a quando la pasta non diventa dura (deve essere tanto dura da far male il braccio!). Dopodiché, mentre la pasta si va raffreddando, stenderla e ristenderla con il matterello fino a quando la pasta non diventerà tiepida.  A questo punto si riforma con la pasta un unico corpo e si uniscono 8 delle 10 uova uno per volta(unire il successivo uovo quando il precedente è ben assorbito dalla pasta).
Aggiungere il pizzico di bicarbonato e lavorare, infine aggiungere le ultime due uova con lo stesso procedimento descritto, fin quando la pasta sarà ben amalgamata.
Prendere il composto a cucchiaiate (non troppo grandi e poche alla volta) e tuffarle nell’olio, non troppo bollente ma abbastanza caldo, e far cuocere, per circa venti minuti, immergendole continuamente, fin quando le  “sfince” saranno ben dorate.  Man mano che le sfinge saranno pronte, metterle a sgocciolare su carta assorbente e farle raffreddare.
Preparare la crema di ricotta (vedi ricetta) quindi aggiungere la cioccolata e la zuccata a pezzetti amalgamando bene il tutto.
A questo punto praticare un foro nelle “sfinge” e fare in modo di farvi entrare la crema, quindi spalmarne ancora sulla parte esterna. Decorare con la granella di pistacchi e, se si vuole, con le scorze d’arancia o le ciliegie candite.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.