Caccamo, crolla palazzina. Donna morta tra le macerie

[LAVOCEWEB] Una fuga di gas ha sventrato a Caccamo una palazzina di due piani: tra le macerie è stato recuperato il corpo di una donna, Benedetta Sunseri, che si trovava da sola al momento del crollo. È accaduto questa mattina intorno alle 7,15 quando è arrivata ai carabinieri la segnalazione dell’esplosione in via Massimo D’Azeglio angolo via Polonia.
Sul posto sono giunti immediatamente i carabinieri che hanno iniziato subito le ricerche dell’anziana proprietaria dell’immobile. Sono intervenuti anche i vigili del fuoco e dopo qualche ora il corpo della donna è stato recuperato.
I vigili del fuoco continuano a scavare perché nel crollo potrebbero essere coinvolte altre persone. I soccorritori ritengono di avere percepito voci da sotto le macerie. Altri residenti sarebbero invece riusciti a mettersi in salvo.
Secondo una prima ricostruzione, il crollo sarebbe stato causato da una fuga di gas al pian terreno della palazzina. L’edificio si è “aperto”‘ dopo una violenta esplosione. “Ho sentito arrivarmi in viso una manciata di terra e sabbia, poi qualche sassolino” ha raccontato una vicina di casa. “Dopo un attimo di smarrimento mi sono affacciata e ho visto le macerie”.
A seguito dell’esplosione, i vetri delle finestre delle abitazioni circostanti sono andati in frantumi, ma non si registrano danni strutturali agli edifici circostanti.

 

@Foto: La Repubblica – La palazzina sventrata dall’esplosione (foto corrado lannino)