Calcio ASI. Lettera aperta del Responsabile Capuana

Care Società, Dirigenti, Istruttori, Arbitri, Tesserati, Piccoli Calciatori e sopra ogni cosa Cari Genitori che con la Vostra dedizione e sacrificio, rappresentate il motore pulsante di buona parte del nostro sistema, mi sento in dovere, oggi, di scrivere queste poche parole per stringerci insieme in un caloroso, virtuale grande abbraccio.

                Le nostre vite in questi giorni stanno cambiando, le nostre abitudini sono stravolte, cio’ che appariva fino a ieri normale, oggi sembra già un flebile ricordo, ed è giusto sia così, perché solo rispettando alcune regole, all’apparenza banali, potremo tutti, nel rispetto del prossimo e di noi stessi, respingere questo male. Tanti diranno, “TANTO E’ SOLO UN GIOCO”, è l’ultimo dei problemi, noi che lo viviamo in ogni sospiro, pur sapendo che QUESTA E’ LA COSA GIUSTA E L’UNICA DA FARE, sappiamo altresì quanto dolore ci provochi stare senza il CALCIO, senza la nostra domenica, senza quelle sensazioni che esso ci dona, senza quella adrenalinica attesa.

                Noi vinceremo questa partita, vinceremo la gara più importante, tutti insieme e uniti, come le regole dello sport insegnano e quando tutto finirà, perché finirà, ricordiamoci che nella vita non tutto è scontato, che ogni piccolo gesto è un regalo, ogni opportunità, ogni sorriso dei nostri bambini, ogni gol segnato e subito, ogni regola imparata, ogni esperienza accumulata, ogni abbraccio al compagno per l’assist fornito, ogni lacrima per un rigore sbagliato, ogni delusione è un dono, un privilegio che ci è stato concesso e nella palestra della vita, lo sport, ogni singolo sport, non è soltanto una banalità, una palla che ruota, ma un insieme di regole, emozioni che forgiano gli uomini e le donne di domani, coloro che saranno il fulcro della nostra società.

                 Quando quella maledetta, benedetta palla tornerà a ruotare, nei campetti sperduti, polverosi, così come in quelli di ultima generazione, ricordiamoci della bellezza del CALCIO e di poter decidere ogni nostro gesto, che seppur banale, rappresenta VITA E LIBERTA.

                 Usiamo questo tempo per riflettere, sulle polemiche inutili, forvianti che ci attanagliano, sulle speculazioni, sulle proteste, sulla cultura del sospetto, su quanto di buono dovremmo trasmettere ai nostri piccoli calciatori, sul fondamento della lealtà sportiva e non sulla frenesia del risultato a tutti i costi, sul singolo problema di ogni allievo e non sulla cifra che dovrà pagare come retta quest’anno.

                   Concludo ringraziando dal profondo del mio animo, tutti i Genitori, Presidenti, Dirigenti, Tecnici ed Istruttori, addetti ai lavori tutti, che si spendono per questo fantastico mondo che è il calcio, ai bambini diciamo che tutto tornerà come prima e che la palla tornerà presto a rotolare verso la rete della vita.

                    “Spesso il calcio è la medicina per dimenticare tutti i problemi, sarà dura ma i rigori li sbaglia solo chi ha il coraggio di tirarli” (Roberto Baggio). Sportivi Saluti.

Il responsabile del Settore Calcio ASI

    Fabio Capuana

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.