CambiAMO Castelbuono: “Lettera alla comunità di Castelbuono”

Cara Castelbuono,

Mi conosci esoprattutto conosci i miei difetti.

La mia candidatura alla carica di Sindaco è l’adempimento di un debito che ho nei tuoi confronti. E’ la risposta all’esortazione esternata dal Vescovo della nostra Diocesi nella lettera-intervista del Marzo scorso.

La mia candidatura è l’assunzione della responsabilità di migliorare la bellezza del nostro Paese, di offrire benessere sociale indipendentemente dalla posizione di ognuno di noi, dalla sua appartenenza all’uno o all’altro movimento, o pensiero politico. Anche per questo sono il candidato Sindaco di tutti i castelbuonesi, senza distinzione, tantomeno di appartenenza politica.

Lavorerò per riunire la nostra comunità al fine di darti più forza in quest’epoca in cui è assolutamente necessario, nostra cara Castelbuono, che tu sia unita e più forte.

Il movimento politico che mi propone quale candidato Sindaco è composto da persone con cui condivido il solenne impegno di realizzare il programma elettorale che ho sottoscritto.

La mia esortazione è quella ad un voto libero, segreto e, pertanto, espressione dell’autorevolezza dei castelbuonesi, che riempiranno la scheda elettorale del loro intimo e segreto giudizio sul candidato Sindaco che indicheranno.

Non sono mai stato settario e non lo diventerò adesso, ho sempre avuto rispetto delle opinioni altrui e continuerò ad averlo ora.

Conserva questa lettera, mia cara Castelbuono, così potrai ricordarmene il contenuto ove tu dovessi ritenere, nel prossimo futuro, che io possa cambiare rispetto a come mi hai allevato in questi miei primi 45 anni.

Grazie.

Antonio Maiorana