Campofelice di Roccella, Crocetta va al congresso dei Drs e “caccia” Savona dalla sala

[REPUBBLICA.IT] Come Pio La Torre fece 32 anni fa parlando alla conferenza di organizzazione del Pci a Palermo, il governatore Rosario Crocetta mentre parlava al congresso dei Democratici e riformisti per la Sicilia (Drs) ha notato in platea un politico che stava ascoltando il suo intervento e lo ha invitato ad andarsene. “In questa sala c’è qualcuno che non ci deve stare e deve uscire immediatamente”, ha detto Crocetta, citando, appunto, La Torre.

A quel punto Riccardo Savona, deputato regionale dei Drs, si è alzato e ha abbandonato il congresso mentre la gente presente in sala si alzava e applaudiva Crocetta. Savona è stato intercettato dalla Dia mentre parlava al telefono di affari con Vito Nicastri, l’imprenditore considerato il “re dell’eolico” e vicino al boss latitante Matteo Messina Denaro.

Il segretario dei Drs, Edi Tamajo, ha deciso di affrontare la questione convocando una riunione lunedi’ prossimo. “In seguito alle notizie di stampa circa un presunto coinvolgimento del deputato Riccardo Savona in indagini giudiziarie che lo riguarderebbero – spiega Tamajo -, pur essendo fiduciosi che riuscira’ a dimostrare la sua totale estraneita’, per il gruppo parlamentare dei Drs e’ obbligatorio lunedi’ prossimo fare un riunione sul tema per assumere una determinazione”.

Crocetta ha intanto voluto prendere le distanze dal deputato, “la lotta alla mafia e alle connivenze è alla base della mia azione di governo”, ha detto il presidente della Regione siciliana a margine dei lavori del congresso, a Campofelice di Roccella. “Savona ha capito che non c’è più trippa per gatti”, aggiunge. Ex presidente della commissione Bilancio dell’Assemblea nella precedente legislatura, Savona è tra i deputati piuù longevi del Parlamento siciliano, alla sua quarta legislatura.

Ex Udc, è stato eletto nella lista di Grande Sud, in appoggio a Gianfranco Miccichè, sconfitto nella corsa a governatore, poi transitato nel gruppo Misto e quindi approdato nei Drs, formazione nata pochi mesi dopo l’inizio di questa legislatura. Attualmente è tesoriere del gruppo parlamentare dei Drs, partito che sostiene il governo Crocetta, il cui presidente onorario è l’ex ministro Totò Cardinale, tessera Pd, e tra i fondatori proprio del partito democratico.