Castelbuonese. Arnone: “Rimaniamo umili, poi si vedrà”

[LA SICILIA – Giuseppe Spallino] La Castelbuonese è a tre lunghezze dalla capolista. Una posizione di rilievo per un campionato come l’Eccellenza, ma la formazione in vista della sfida di domani con il Città di Scordia vuole stare con i piedi per terra, come sostiene l’assistman Giuseppe Arnone.
Domenica scorsa il suo cross è stato determinante per il gol di Mercanti. È ugualmente soddisfatto?
«Nonostante non abbia fatto gol, sono molto soddisfatto della prestazione sia mia che della squadra. Il fattore campo ci ha fatto giocare di meno la palla, ma siamo stati bravi ad attaccare subito San Pio X. Sono contento di aver fatto il cross per andare in rete».
Eppure una delle critiche che le vengono mosse è di fare spesso un gioco solitario…
«Non penso di fare un gioco solitario, sono capitate tre azioni dove ero solo ed ho preferito puntare la difesa o andare al tiro. Lo dimostra anche il fatto che cerco le giocate di prima con i miei compagni. Bisogna dire però che il mio punto forte è puntare gli avversari e fare superiorità numerica».
Siete in zona play off. L’obiettivo salvezza è stato abbandonato?
«L’esperienza mi fa stare sempre con i piedi per terra, perciò saremo salvi solo quando avremo i punti per la salvezza. Non ci nascondiamo che stiamo facendo una buona andata, ma ancora il campionato è lungo. Il nostro obiettivo è sempre quello di rimanere umili e di lavorare con professionalità. E se continuiamo così, con la nostra rosa, ci leveremo molte soddisfazioni».
Come state preparando la difficile trasferta di Scordia?
«Noi lavoriamo ogni settimana allo stesso modo, con intensità e serietà, indifferentemente dalle compagini che incontreremo. Sicuramente c’è massimo rispetto per lo Scordia, che è un ottima squadra, e questo ci carica ancora di più».

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.