Castelbuonese, Vitale: “Una gioia espugnare il Celeste”

[messinanelpallone.it] La matricola Castelbuonese sbanca il “Celeste” e con la vittoria (la quinta stagionale), netta nel gioco e nel risultato, sul Città di Messina (0-3), ha tenuto il passo delle prime della classe, confermandosi in un virtuale settimo posto, considerando che ben 7 squadre sono racchiuse in un punto: formazioni di categoria come Siracusa,Città di Vittoria, Città di Scordia, San Pio X, Milazzo e Igea Virtus a quota 17, con i granata di mister Fabio Vitaleche seguono a -1.

Il successo esterno, meritato per quanto espresso in campo, ha confermato il buon lavoro della società e del tecnico, che ha preparato la gara nei minimi dettagli per riscattare le ultime due uscite poco positive: “In settimana abbiamo lavorato molto – ha dichiarato mister Vitale -perché venivamo da una brutta sconfitta in casa (1-5 con il Vittoria) e da un pari a Rosolini, che ci stava stretto. Abbiamo avuto un calo mentale, quindi, mi interessava avere risposte dai miei ragazzi, soprattutto a livello psicologico, e hanno risposto alla grande dimostrando di essere uomini veri. Devo fare i complimenti al Città di Messina perché, fino alla fine, ci ha creduto e ha lottato. È un’ottima squadra che può ambire a qualcosa di importante se avrà costanza nel prosieguo del campionato”.

Mister Vitale, invece, cerca di “nascondersi”, ma la Castelbuonese non può non pensare in grande considerando la qualità di un organico allestito per essere protagonisti anche nel girone B di Eccellenza. Il tecnico, ovviamente, non vuole sbilanciarsi ma non si può pensare solo a una semplice salvezza: “Noi pensiamo ad allenarci settimanalmente, giocare partita dopo partita e, alla fine, vedremo dove possiamo arrivare. Sicuramente, per quello che abbiamo visto finora e per le squadre che abbiamo incontrato ce la possiamo giocare con tutti e puntare sicuramente a qualcosa in più della salvezza, ma innanzitutto – ha ribadito – pensiamo partita dopo partita, dopo proveremo a lottare per raggiungere qualcosa di importante per questa società che è pur sempre una matricola. Bisogna rimanere sempre con i piedi ben saldi a terra e volare basso”.

La classifica e il calendario, però, dicono altro e, infatti, nel prossimo turno i granata sono attesi dallo scontro diretto al vertice contro l’Igea Virtus, due formazioni che si sono già incontrate nel primo turno di Coppa Italia: “Era inizio anno, adesso è un’altra squadra, tosta, quadrata, con un allenatore esperto. Il campionato è molto equilibrato e, secondo me, a livello di organico, ci sono poche differenze tra le squadre. Archiviamo questa vittoria – ha continuato l’allenatore – e pensiamo all’Igea Virtus, un’altra bella squadra da affrontare, perché per noi è importante incontrare queste formazioni. È stato un motivo di orgoglio giocare al “Celeste”, un campo prestigioso ed espugnarlo ci riempie di gioia e felicità”.

Infine, nell’incertezza ed equilibrio di queste prime giornate, mister Vitale indica la sua favorita: “Per quello che ho visto, mi ha impressionato il Città di Vittoria, squadra molto esperta per la categoria e, alla fine, potrebbe spuntarla, ma mai dire mai”.