“Castelbuono … alle calende greche”. Antonio Fiasconaro sulla mancata intitolazione di una strada a Tonino Zito

[Dal profilo Facebook di Antonio Fiasconaro] E’ trascorso un anno. Sono passati 365 giorni da quella sera di agosto quando pubblicamente in piazza Margherita, a Castelbuono, era stato annunciato davanti ad un pubblico assai attento e qualificato che sarebbe stata ricordata la figura di TONINO ZITO (Castelbuono 1929-Palermo 1996), giornalista di razza, con la intitolazione di una strada, una piazza, un angolo.

E’ trascorso anche questo tempo, ma di intitolazione non se ne parla più. Le luci dei riflettori si sono spenti il 16 agosto 2018 e da allora è calato il silenzio.
Cosa aggiungere di più? Nulla se non sottolineare che Castelbuono ancora una volta si è dimostrata “matrigna” nei confronti di quei figli che hanno portato per anni, ed anni, il vessillo della castelbuonesità nel mondo.
Palermo ha già onorato TONINO ZITO intitolandogli nel 2010 una strada. Castelbuono no. Basta questo per evidenziare il disinteresse.

“Bisogna avere buona memoria per mantenere le promesse” (FRIEDRICH WILHELM NIETZSCHE)

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.