Castelbuono e Gratteri uniti contro i suidi

[MADONIENEWS – 4 sett. 07] La problematica dei suidi ritorna sempre di piu? di attualità nelle Madonie, inoltre dopo gli incendi che hanno devastato significativi e vasti pezzi del territorio, si prevede il concentramento in quelle parti delle Madonie che non hanno subito incendi.
Aggressioni, panico tra i cittadini, frutteti ed orti distrutti, strade divelte, muretti di recinzione abbattuti, questo è quello che lasciano i suidi al loro passaggio, per queste motivazioni il Sindaco di Castelbuono Mario Cicero e il Sindaco di Gratteri Giuseppe Muffoletto hanno tenuto giorno 29.08.07 un incontro invitando: Il Direttore dell?Assessorato Regionale  Agricoltura e Foreste Ripartizione Faunistica e Venatoria ? Direzione Foreste di  Palermo; il Direttore dell?Assessorato Regionale Territorio ed Ambiente di  Palermo; il  Direttore dell?Ispettorato Ripartimentale delle Foreste di Palermo; il Presidente dell?Ente Parco delle Madonie di Petralia Sottana (PA); il Presidente del WWF Sezione Sicilia Via E. Albanese di  Palermo; il  Presidente di Legambiente di  Palermo; il  Presidente del CAI  di Palermo; il  Presidente di  ITALIA NOSTRA di Palermo.
Erano presenti alla riunione; Mario Cicero Sindaco di Castelbuono; Giuseppe Muffoletto Sindaco di Gratteri; Domenico Fontana Presidente Lega Ambiente Sicilia; Massimo Belli dell?Isca Presidente Ente Parco delle Madonie; Salvatore Carollo Direttore Ente Parco delle Madonie; Filippo Provenzano  per l?Ispettorato Dipartimentale delle Foreste; Giuseppe Bonomo Funzionario dell?Ente Parco delle Madonie, per la Ripartizione Faunistica e Venatoria  hanno dato comunicazione dell?impossibilità a partecipare alla riunione  in quanto i funzionari erano impegnati in altri incontri istituzionali.
?Da questo incontro?, sottolinea il Sindaco di Castelbuono Mario Cicero, ?viene fuori come non vi è nessuna esigenza di trovare altre soluzioni normative, ma di attuare quelle già esistenti, impegnando con un protocollo d?intesa tutte le istituzioni interessate al problema e le associazioni ambientaliste affinché si possa ridimensionare   nel nostro territorio la presenza dei suidi e il controllo dei daini e delle capre inselvatichite. Si da mandato all?Ente Parco delle Madonie di  predisporre il protocollo d?intesa.