Castelbuono e il carnevale

> PROGRAMMA <
Anche questo anno si è arrivati ad un nuovo appuntamento con il Carnevale.Castelbuono mette ancora una volta in scena la creatività e la manualità della propria comunità con carri allegorici che sfileranno per la vie del paese in una cornice di musica e colori. E come da copione ritorna il grande ?Veglione di Carnevale? dove la tradizionale ?Smancia? darà vita ad esilaranti parodie sulla vita politica e sociale locale. Protagonisti di un allegro carnevale saranno anche i bambini, allietati da giochi di animazione e dal Trenino della felicità.
Vi aspettiamo. La festa sta per cominciare.
Uff. Turismo

20 Commenti

  1. I carri sono bellissimi, non vedo l’ora di vederli domani, sono sicuro che ci sarà qualche novità.
    Bravi tutti, sia chi anima la sfilata sia quelli che con grande inventiva e impegno hanno realizzato i carri.
    Un grazie da parte di tutti i castelbuonesi a coloro che ci ha consentito ancora una volta di assistere a questo meraviglioso spettacolo dei carri allegorici.
    Porterò sempre nel cuore il ricordo della sfilata di carri a Castelbuono, per l’entusiasmo, la vivacità, l’estro e il coinvolgimento di centinaia di persone.
    Semplicemente un grazie immenso al sindaco di Castelbuono.

  2. Bravo Michele, occorre smascherare certi comportamenti disdicevoli
    (specialmente quando presentano assurdi complimenti e riprovevoli adulazioni sindacali)
    Dico solamente che sfilate così non ne avevo mai visto. Nel vero senso della parola.

  3. Anche se sei Presidente del Museo Civico, puoi pubblicare il seguente commento?

    COMMENTO: La sfilata dei carri a Castelbuono fu degna della raccolta differenziata affidata agli asinelli spazzini, che, il giorno dopo si videro costretti a raccogliere i coriandoli da terra uno per uno distinguendoli in:

    – prima scelta (a tinta unita, da scuola materna)
    – seconda scelta (realizzati traforando giornali e riviste del 1990)
    – riciclati (coriandoli raccolti da terra l’anno precedente, adeguatamente igienizzati con una spruzzata di candeggina)
    – umidi (a causa di pioggia o panni stesi o sputacchi vari dei passanti)
    – secchi indifferenziati (coriandoli raccolti la mattina presto, quando i benpensanti verdi sono a letto, senza curarsi molto della raccolta differenziata)
    – propagandistici (recanti la scritta: VOTA MARIO)

    A parte gli scherzi la sfilata dei carri è stata veramente bella. Lode agli organizzatori.
    (pietosa menzogna per farsi pubblicare il commento)

  4. Ma anzichè commentare i carri…. ke francamente nn disprezzo, ma anzi ammiro molto…. soprattutto i giovani che si danno da fare per portare avanti una nuova tradizione nata a Castelbuono…. perchè non commentate “Il Veglione” la tradizione più antica del nostro paese…. che forse pochi anni fa si stava spegnendo…. ma che grazie ai giovani…. adesso ha ripreso vita…. commentate questo…

  5. Per “Mi conoscete già”:

    Grazie anche ai contributi dati dal comune forse? Tant’è che qualcuno dei “vecchi” si è lamentato per essere equiparato alle nuove leve! E a parer mio, visto i miei trascorsi puddrascioneschi, hanno ragione. Perché per quanto mi hanno riferito c’è chi ha composto copioni solo per i soldoni, i quali paragonati a quelli che si spendono per un carro sono manna dal cielo. E’ inutile finieri i tiempi quanni u priu era farisi i manciati duoppi a maschera assiemi all’indimenticato Masci Pini Spaddrina a ssi sali sali! Belli tiempi!

  6. Per “Grillo Parlante”

    Secondo me il veglione si è ripreso con la passione e la voglia di questi giovani di portare avanti una tradizione molto antica di Castelbuono..non c’entrano niente i contributi del comune, perchè posso assicurarti che il primo io quando iniziai a farlo non avrei mai pensato che ci avrebbero pagato per presentare la maschera…. Certo non posso darti torto quando dici che l gruppo più anziano non ha presentato la maschera al veglione perchè non aveva avuto un riconoscimento più alto rispetto ai giovani, dati i loro lunghi anni di esperienza carnascialesca….comunque mi hanno un pò deluso perchè non pensavo che sarebbero arrivati a questo punto…. ah! prima di concludere volevo fare ancora una volta i complimenti a Vincenzo Spallino, gruppo”Babbi Priati”, per ciò che ha detto riguardo questo discorso il martedì sera sul palco….cioè che chi ci ha rimesso, e chi ci rimette facendo tutto sto casino è solo il Veglione….

  7. Per “Grillo Parlante”

    A quanto pare sei poco informato, perchè i gruppi di satira, e parlo di quelli che hanno rappresentato la loro maschera al Cineteatro Astra o per meglio dire coloro che hanno fatto il veglione, avevano anche prorposto di sottrarre al loro compenso una certa cifra per darla a quel gruppo più anziano, per far si che quest’ultimo si presentasse al Veglione. Ma questa proposta non è stata accettata, anzi ritenuta quasi un’ offesa al gruppo sopra citato. Quindi, con questo, caro mio “Grillo Parlante” ti voglio fare capire che, per portare avanti una tradizione del proprio paese non c’è bisogno assolutamente dei soldi, quelli a parer mio sono una cosa secondaria, ma bensì:della PASSIONE.
    Ah! volevo dirti un’ultima cosa: mi sembra molto strano che tu, pur essendo stato membro di un gruppo satirico, pensi che i giovani gruppi facciano il veglione solo per uno scopo lucrativo

  8. e considerando il noto effetto della manna, quantomeno quella da frassino, lascio a te decifrare il mio commento al tuo commento, grillo parlante. il contributo del comune!!! in effetti c’è gente che con gli introiti del veglione ha costruito case, palazzi e delle volte interi quartieri. i carri invece, opere d’arte di rara bellezza, hanno contribuito al crollo della borsa americana e pochi anni fa alla crisi della parmalat. è vero che per costruire un carro ci vogliono parecchi soldi, ma come si può pretendere da dei ragazzi (perchè forse solo i più anziani possono essere definiti tali, per il resto sono bambini)di anticiparne tanti? io non voglio criticare ne l’idea ne l’impegno di chi li fa, ma in quanto al risultato finale non penso si possano definire belli ormai da molti anni. e perchè questi ragazzi sono lasciati soli nella realizzazione delle loro opere? forse perchè gli anziani, gli artisti, i veterani non vedono alcuna soddisfazione economica che possa spingerli come un tempo a mettersi in gioco . anzi ? ditemelo voi se lo sapete. per quanto riguarda il veglione mi sembra sia aperto a tutti, anche ai nostalgici delle “mangiate”, a chi riferisce, a chi pretende non so cosa, a chi cerca di giustificarsi perchè non c’è stato il tempo……si però io l’indomani vado a lavorare…….io ho figli…io invece tre mogli….ecc. la maschera o la vuoi fare e allora trovi tempo e tutto, o non la vuoi fare. io almeno la penso così e con ciò non voglio dare nessun giudizio sulla qualità delle maschere. l’unico commento che voglio fare è sul fatto che la maschera si fa al veglione e al veglione ci sono le maschere. tutto quello che è fuori dal veglione non so definirlo e attualmente non mi interessa farlo…..magari fra trent’anni sarà diverso.

  9. Per Grillo parlante
    mi sorprendo, per quello che scrivi…per i tuoi passati da puddrasciuni…ti risponde uno che quest’anno ha partecipato a quella ke è la tradizione più antica e più bella del nostro paese…Caro amico…se tu prendi un bambino insegni a fare il carro il primo anno…l’anno dopo lui te lo fa…prova a fare lo stesso con un copione di una maschera “degna” di essere presentata al veglione….vedrai ke l’anno dopo quel bambino non saprà dove metere le mani…non si possono mettere a paragone le due cose….Io posso dirti soltanto che nessuno dei componenti dei 3 gruppi presenti sul palco delle tre serate ha fatto il veglione per soldi, e a sostenere questa tesi porto la cifra ke è stata assegnata a ciascun gruppo…600 euro…ti assicuro amico mio…che le nottate ke per tre mesi ci siamo dovuti fare, le serate passate a cercare la battuta…che facesse rima….la parola che combaciasse perfettamente con quella del rigo sopra…non l’abbiamo fatte per 600 euro ma per dare continuità ad una nostra tradizione…visto ke ormai le stiamo perdendo tutte…
    Ank’io do ragione al gruppo che in questi anni ha portato avanti la tradizione…ma da qui a dire ke i gruppi fanno la maschera per i soldi ne passa…te l’assicuro…passano mesi di intere nottate….ma passa sopratutto l’avere regalato alla gente 4 ore di spensieratezza, non c’è cifra che possa ripagarci di fronte ad una persona ke ti dice grazie…della bella maschera….Viva il veglione…..

  10. Per “Mi conoscete già”

    Caro amico ti do atto che anche a me “i vecchi” mi hanno deluso sulla loro scelta di fare polemica e fare una scelta così drastica ma devi sapere che un pò la puzza sotto il naso “i vecchi” ce l’hanno sempre avuta. Tipo per esempio ai miei tempi loro facevano una maschera più “aulica ed intellettuale” noi più terra terra e smargiassa ma con effetti più esilaranti soprattutto per l’interpretazione claunesca di un mio amico. Quindi su quello che dici sono d’accordo ci ha rimesso solo il Veglione in tutto ciò.
    Volevo dirti una ultima cosa, noi che siamo stati i primi giovani a fare il Veglione (avevamo 14 anni) lo facevamo solo perché ci divertivamo a scrivere i copioni a fare le mangiate e a girare le sale da ballo, perché il Veglione noi lo portavamo anche lì contrariamente a qualcun altro che pensava che il veglione si doveva fare solo all’Astra. Quindi in noi c’è stata la vera PASSIONE, peccato che il tempo ci ha diviso, se non saremmo ancora alla ribalta stai tranquillo!

    Per Vincenzo:

    Ma tu hai fatto o fai veglione o cabaret, no perché h notato l’ironia sai! Io non volevo scatenare la polemica e se continui a leggere il commento capirai cosa volevo dire!

    Per Scirocco:

    Caro Scirocco se io ho scritto quello che ho scritto è perché ci sono passato. Fare un copione da presentare al Veglione per me è un Arte e non si tratta solo di scrivere e di mettere in rima baciata le frasi. Ci sono dei canoni da rispettare e da quando si è introdotto l’incentivo economico ho notato che molti non si sono impegnati a seguire i canoni che solo chi ha esperienza sul campo o ha avuto ottimi maestri come li abbiamo avuti noi possono assurgere di aver presentato una Maschera degna di essere chiamata tale. Ecco Perchè “i vecchi” hanmno reagito così! Quindi secondo me si sarebbe dovuto utilizzare il metodo della gara con giuria di esperti come si è fatto con i carri. Motivando le scelte della eventuale classifica. Io oltre a fare il Veglione ho partecipato alla progettazione e la costruzione di tre carri. Di cui uno in particolare rimarrà nella storia 1 perché era una Maschera di Veglione fatta a carro. 2 perché era lunghissimo visto che era un treno di 18 metri, 3 perché prendemmo a fuoco in piazza margherita e 4 perchè due giorni dopo ritornammo a sfilare nonostante i danni che avevamo fatto a causa dell’incendio e nonostante la paura e le critiche ricevute. Quello per me nonostante tutto, fu l’anno più bello e ci è costato un occhio della testa e fummo penalizzati in classifica proprio per l’evento infausto. Quello fu l’anno del Penciolino per chi non se lo ricordasse.
    Quindi a me la passione non è mai mancata mi pare ne quando ero sui carri ne quando ho fondato il gruppo dei PUDDRASCIUNA!

    Pertanto ne approfitto per dare il merito al mio gruppo, di essere stati i primi ragazzi(credo che sia stato così!) a voler continuare la tradizione del Veglione e saluto con onore tutti coloro che lo hanno reso possibile e cioè i miei amici:
    LUCIANO SPALLINO, ENZO GUARCELLO, ANTONELLLO PUCCIA, PIERO LO RE’, NATALE MINA’, DARIO GUARCELLO E VINCENZO MARANNANO.

    Nonchè i nostri mentori e maestri Masci Pini Spaddrina (Papà di Luciano), Peppe u Russi e Antonio Di Garbo in arte “U Bursuni”.

    VIVA I PUDDRASCIUNA, VIVA LA TRADIZIONE,
    VIVA I CARRI E VIVA IL VEGLIONE!

    By Grillo Parlante ex componente e fondatore dei PUDDRASCIUNA!

  11. grazie del chiarimento grillo parlante. adesso il tuo punto di vista mi è più chiaro e sono quasi totalmente d’accordo, almeno in linea di massima. comunque perchè non tornate? chi o cosa lo impedisce? ti lancio questa sfida o provocazione sperando in un vostro ritorno al veglione. fammi sapere, se vuoi anche l’anno prossimo intorno le 21, 21.30 davanti l’astra prima di entrare a preparvi nei camerini. ciao

  12. Putroppo caro Vincenzo non è possibile perché ormai il gruppo si è sciolto ed ognuno ha preso la propria strada, alcuni sono distanti da Castelbuono tutto l’anno e poi credo che romanticamente sia meglio così, infatti mi piace ogni tanto nostalgicamente guardarmi le videocassette dei “nostri” veglioni, assieme alle foto foto e ai ricordi sentendomi orgoglioso di aver dato il nostro contributo a questa bellissima tradizione! Confido proprio in coloro che ogni anno ci mettono la stessa passione che ci mettevamo noi e magari chissà un giorno si farà una mostra dedicata ai gruppi del passato e magari ci troveremo anche il mitico gruppo dei Puddrasciuna!

    Ad maiora, by Grillo Parlante.

  13. Bella la sfida lanciata da Vincenzo a Grillo Parlante ….ma mi verrebbe da dire …”varricampa tutti si puddrasciuna spartuti munn munn” ma la cosa che mi fa più piacere e che qui la gente discute di maschera e di veglione…certo io sono tornato dopo otto anni di assenza che sono dovuti un po a delusioni di gente che se le presa per l’ultima maschera e un pò perche sia io che Jack Mazzola siamo stati fuori per molto tempo.
    I FARFALLONI sono tornati anche e sopratutto grazie ad una “sfida” lanciata dai BABBI PRIATI nella persona di Daniele,Marta e Vincenzo che già dall’estate ci hanno punzecchiato con i loro “VUATRI UNNACCHIANATI” “UN SITI CHIU COSA” “VI SCANTATI” detto sempre bonariamente e in amicizia…io oggi li ringrazio perche sono tornato a fare una cosa che mi piaceva tanto…non m’importa se i vecchi gruppi ci siano o no a noi basta stare insieme e divertirci non li critico e non li elogio facciano ciò che vogliono come si dice nella vita ognuno pensi per se.
    Poi non cadiamo nella banalità del discorso soldi per che se dovessi fare l’elenco di tutti i soldi che si buttano via per cavolate organizzate a Castelbuono ci vorrebbe un altro blog,solo di salsiccia e vino che consuma Mazzola c’è ne vorrebbero il doppio di soldi (naturalmente scherzo)…..vi lascio dicendovi soltanto….CITTADINI CASTELBUONESI FATE ATTENZIONE A COME VI MUOVETE E COSA FATE PERCHE “I FARFALLONI” SONO IN AGGUATO…e se volete continuare il dibattito chi meglio di me vi può invitare A “PORTA A PORTA” EHEHEHEHEHEHEHEHEH

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.