“Castelbuono, il gioiello delle Madonie”. Ecco come viene visto da fuori il nostro paese

[blog.zingarate.com] Nell’Italia dai migliaia di borghi, Castelbuono può essere di certo considerato uno dei più belli. Castelbuono si trova all’interno del Parco delle Madonie, in Sicilia, ad appena 30 minuti di auto da Cefalù (uno dei più noti centri balneari siculi) e a circa 90 minuti da Palermo.

La storia di Castelbuono si perde nel tempo, la zona infatti era già nota in epoca greca e romana, ma è a partire dal XII secolo che le notizie si fanno più precise e dettagliate. Oggi Castelbuono si mostra come un tipico borgo medievale, dove, ad eccezione di qualche brutto palazzo nella cerchia più esterna (la speculazione edilizia è arrivata anche qui), nulla sembra essere cambiato.
panorama

Vista dall’alto si presenta con la classica conformazione circolare attorno alla piazza centrale. La piazza principale è dominata dalla mole del municipio e dalla matrice vecchia della cattedrale. Risalente al XIV secolo, la cattedrale ha subito innumerevoli interventi di rimaneggiamento, che ne hanno sfortunatamente alterato la forma originaria. Oggi presenta un insieme di stili architettonici, pur distinti fra loro, tra i quali spiccano due finestre ogivali tipiche dell’architettura araba ed elementi tipici del gotico catalano.

7778-800x585

A fianco dell’ingresso è ancora oggi possibile ammirare, sotto il porticato, alcuni frammenti degli originali affreschi medievali. L’interno della chiesa è piuttosto deludente, frutto di interventi di restauro poco lungimiranti, ma se avrete la fortuna di trovare aperta la cripta(solitamente aperta solo in occasione di feste o eventi particolari) troverete ad attenderviun intero ciclo di affreschi del ‘400, riguardanti il nuovo testamento.

IMG_6113

Passeggiando lungo il viale principale, che si diparte proprio dalla piazza, giungerete di fronte all’altra grande attrazione della città, il castello dei Ventimiglia. I Ventimiglia stabilirono qui la loro corte nel XV secolo e per l’occorrenza ordinarono la costruzione del castello, che oggi domina la città. L’esterno si mostra nella tipica architettura siciliana dell’epoca: un edificio pratico e funzionale (con tanto di scale costruite appositamente per far giungere i cavalli fino alla soglia), privo di decorazioni e virtuosismi. L’interno, in gran parte restaurato, ruota attorno allo slargo centrale, fornito di pozzo per l’approvvigionamento idrico e di spazio per i cavalli.

castello ca

Oggi il castello è adibito ad uso ufficio e per ospitare mostre temporanee, ma viene data al pubblico la possibilità di ammirare la chiesa interna. Si tratta di uno dei più grandi capolavori barocchi che troverete in Sicilia. La cappella di sant’Anna (patrona del paese), fu infatti interamente decorata dai fratelli Giuseppe e Giacomo Serpotta, alla fine del ‘600. La loro tecnica divenne famosa per la capacità di utilizzare lo stucco conferendogli però l’aspetto del marmo (vi assicuro che anche io avevo difficoltà a distinguere i materiali). La cappella è un vero spettacolo per gli occhi, tutte le pareti infatti sono ricoperte da una fittissima decorazione di putti e angeli.

Stucchi del Serpotta e urna di S.Anna

Degna di nota è anche la fontana della Venere Ciprea, un tempo elemento decorativo dell’ingresso principale alla cittadella medievale, ricostruita lungo il corso principale. Queste sono solo le attrazioni principali, il paese è infatti disseminato di chiese e santuari altrettanto degni di interesse.

Un-luogo-gourmet-nel-Parco-delle-Madonie005big

Naturalmente non si può non tenere conto della enorme tradizione culinaria della città e della zona intera. A Castelbuono troverete alcuni dei migliori ristoranti della regione e su tutti la pasticceria Fiasconaro, conosciuta in tutto il mondo per i suoi panettoni, gelati e creme da spalmare – i prodotti sono stai esportati in Giappone e in altre parti del mondo, per non parlare del fatto che sono stati protagonisti anche durante una missione spaziale!

La città, non è solo un bel borgo da visitare perso nel tempo, ma è al centro di alcuni eventi importanti a livello nazionale ed internazionale, su tutti  due festival dedicati alla musica: il Jazz festival, che si tiene ogni anno in Estate e che ha attirato decine di musicisti conosciuti in tutto il mondo e l’ Ypsigrock (frutto della commistione dei termini Ypsigro , antico nome bizantino della città di Castelbuono, e la parola rock). Nel giorno di Sant’Anna, il 26 Luglio, si tiene poi la corsa su strada più antica d’Europa, che attira ogni anno alcuni dei migliori atleti sulla scena internazionale.

In definitiva Castelbuono è uno dei borghi italiani più belli che ho avuto la possibilità di visitare, vi sarà possibile passare ore girovagando per le sue strade ricche di storia, assaggiando ogni tipo di pietanza che vi capiterà di comprare ed osservando uno stile di vita in rapido declino in Italia e nel mondo – per esempio una curiosità di cui gli abitanti sono molto orgogliosi è che l’immondizia viene raccolta ogni mattina servendosi degli asinelli – del resto ci sarà un motivo se intere comitive di turisti in estate vengono “scaricate” qui a qualunque ora del giorno!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.