Castelbuono, “Il nuovo allenatore? Un vincente”

[Gds] Non è finita nel migliore dei modi la scorsa stagione d’Eccellenza della Polisportiva Castelbuono. La squadra madonita, nata dalla fusione tra le due squadre cittadine (Castelbuono 1975 e Polisportiva Castelbuonese), si è vista sfumare, dopo 13 risultati utili consecutivi, il sogno play off.

Un esito che ha avuto delle conseguenze come la serie di dimissioni a partire dal presidente Fabio Capuana, che ha gettato la spugna, per «ragioni di natura personale e familiare», prima che iniziasse il match con la capolista Gela, che poi è risultata essere la squadra vincitrice del campionato.

Comunque sono rimasti un gruppo di dirigenti sportivi che non vogliono che il calcio scompaia da Castelbuono.

Tra questi vi è il «vulcanico» direttore sportivo Ivano Vetere, uno degli artefici delle quattro promozioni consecutive fatte dalla Castelbuonese dal 2010 al 2014, cioè dalla Terza Categoria all’Eccellenza.

Adesso la formazione madonita si appresta a disputare la sua terza stagione nella massima serie regionale, anche se la situazione societaria attualmente è un vero e proprio «work in progress».

«Ancora non abbiamo deciso quali saranno i ruoli che ciascuno di noi ricoprirà – afferma Vetere –, si sta lavorando ad un allargamento della dirigenza per ripartire con più entusiasmo».

Sul nuovo tecnico che siederà sulla panchina del Castelbuono, Vetere ha le idee chiare: «Siamo vicinissimi a concludere l’accordo con uno degli allenatori di settore giovanile più vincenti e preparati di Palermo. Colgo l’occasione – continua – per ringraziare i mister Salvo Ricca e Tommaso Zanghì per il lavoro svolto, soprattutto nella seconda parte della stagione, dove tra mille problemi economici e societari si sono dimostrati grandi uomini e allenatori. A loro auguro un futuro pieno di successi e soddisfazioni personali».

Infine, ultimo capitolo, il calciomercato. Ovviamente si attende l’arrivo del nuovo allenatore per definire la rosa della squadra. Ma intanto la società ha preso alcune decisioni.

Sono stati confermati Andrea Megna, l’oriundo castelbuonese Pietro Inserauto e Antonino Bertolino, «che ha rinunciato – sostiene il ds Vetere – alle offerte di altre compagini, pur di sposare il nostro progetto».

(*GIUSP*)

Giuseppe Spallino