Castelbuono imita Firenze

[MADONIENEWS – 6/5/2008 – G.S.] «Le statue della fontana Venere Ciprea saranno restaurate e dopo poste nei locali del nostro museo per salvaguardarli da nuovi deterioramenti». È questo l?auspicio che si propone il sindaco di Castelbuono Mario Cicero. Infatti durante la tappa castelbuonese di ?Salvalarte Madonie?, è stato presentato un progetto, redatto da Francesco Di Girolamo, del Dipartimento di Rappresentazione dell?Università di Palermo, che mira a valorizzare le statue della fontana Venere Ciprea di Castelbuono secondo quanto è stato fatto per il David di Michelangelo di Firenze.

In quell?occasione l?opera dopo il restauro è stata ubicata nella galleria dell?Accademia fiorentina, mentre nella piazza della Signoria è stata messa una copia. ?Questo è quanto vogliamo fare con le nostre opere?, ci dice Cicero, ?perché qualora rimanessero al loro posto, dopo qualche anno saremmo costretti a cercare nuovamente finanziamenti per l?ennesimo restauro?. Il progetto, che deve essere approvato dalla Sovrintendenza, mira anche alla valorizzazione degli stucchi di Giacomo e Giuseppe Serpotta presenti nella cappella palatina del castello dei Ventimiglia. ?In questo caso?, continua Cicero, ?l?idea è di creare delle copie identiche grazie alle nuove tecnologie, nella fattispecie i rilievi fatti con i laser. Queste poi dovranno entrare in un circuito culturale mondiale per far conoscere l?arte del nostro paese e della nostra Isola?.
Soddisfazione è stata espressa anche dall?assessore alla cultura Giuseppe Genchi, il quale afferma: ?è il primo frutto del convegno , promosso a novembre scorso dal Museo Civico. Speriamo che ce ne siano altri al più presto?.

Giuseppe Spallino
– 6 maggio 2008 –