Castelbuono in Comune. “Gestione servizi cimiteriali e pulizia e manutenzione cappelle”

Oggetto: Gestione dei servizi cimiteriali e della gestione dei servizi di pulizia e manutenzione delle cappelle gentilizie private e delle Confraternite.

VISTO

-L’Articolo 28 dello statuto comunale denominato “Sessioni del consiglio”;
-Il punto 2 del sopra citato articolo che consente a 1/5 dei consiglieri in carica di richiedere una sessione urgente;
-L’articolo 38, comma 2, del D.Lgs 267/2000 ( TUEL );

CONSIDERATO

La selezione di indagine di mercato relativa al servizio di tumulazione, manutenzione ordinaria dei viali ed aree comuni del cimitero comunale.

Visto che la stessa evidenzia delle palesi contraddizioni con il regolamento consiliare sui servizi cimiteriali

Considerato che dalla stessa emerge che vi sia stato un danno per l’amministrazione e non sia stato tutelato in concreto l’interesse pubblico, dovuto al fatto che il responsabile della procedura Arch. Antonio Dolce :

  • ha escluso la ditta CLS che aveva presentato l’offerta più bassa;
  • ha escluso l’offerta di CLS nonostante questa società era stata accreditata in passato per svolgere i servizi di tumulazione, come dimostrano le convenzioni e non ultima la determinazione n. 1130 del 18.12.2018 con la quale veniva nuovamente accreditata a svolgere il servizio di tumulazione;
  • ha scelto l’offerta più alta di Madonie Servizi nonostante non abbia mai effettuato in passato servizi analoghi alla tumulazione così come richiesto dall’Avviso;
  • ha fatto una procedura per un importo sotto i 40 mila euro mentre il valore complessivo che risulterebbe dall’avviso è superiore ai 40 mila euro e quindi non poteva essere fatto per affidamento diretto;
  • che le sei ditte invitate risultavano già indicate nell’avviso così ogni soggetto poteva conoscere gli altri operatori invitati;

Considerato che la Madonie Servizi è la stessa che ha fatto disastri con l’affidamento delle strisce pedonali, è la stessa che ha ricevuto l’affidamento della gestione dei rifiuti dalla Castelbuono Ambiente srl società in house del Comune di Castelbuono;

Che non è stato rispettato il Regolamento Comunale ed invece è stata ritirata la procedura in atto, conforme al Regolamento Comunale che disciplina i servizi cimiteriali;

Vista la legge regione Siciliana n. 4 del 3 marzo 2020 – Disposizioni in materia cimiteriale, di polizia mortuaria e di attività funeraria . Modifiche alla legge regionale 17 agosto 2010, n.18

Ed in particolare l’art. 3 che evidenzia che il servizio cimiteriale rientra nei servizi pubblici e che il comune deve provvedere ad assolverlo in economia diretta o attraverso altre forme di gestione individuate dalla normativa vigente sui servizi pubblici locali

SI CHIEDE

l’inserimento del punto all’ordine del giorno con estremi di necessità ed urgenza per poter discutere e trattare in merito alla gestione dei servizi cimiteriali e della gestione dei servizi di pulizia e manutenzione delle cappelle gentilizie private e delle Confraternite.

I Consiglieri
del Gruppo Consiliare “Castelbuono in Comune”

F.to Antonio Tumminello
F.to Simone Sottile
F.to Giovanna Cucco
F.to Laura Calì

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.