Giro di Castelbuono, italiani protagonisti?

[LA SICILIA – Antonio Fiasconaro] È già scattato il conto alla rovescia per l’edizione numero 89 del prestigioso Giro Podistico Internazionale che, quest’anno taglia il traguardo dei 102 anni di vita: la più antica gara su strada d’Europa e seconda al mondo dopo la maratona di Boston. Sarà, purtroppo, a causa della violenta «sforbiciata» operata dalla spending review, un’edizione sotto tono. La Regione non ha erogato nemmeno un euro di contributo, anzi come sottolinea Mario Fesi, «deus ex machina» del Gruppo Atletico Polisportivo Castelbuonese «dalla Regione dobbiamo ancora ricevere un saldo di 5mila euro relativo all’edizione del 2013. Noi non potevamo assolutamente cancellare un secolo e più di tradizione, quindi abbiamo deciso ugualmente di organizzare la nostra gara facendo enormi sacrifici».
Niente nomi di atleti altisonanti e forse quest’anno, dopo un quarto di secolo, potrebbe salire sul podio più alto un atleta italiano. È infatti, dal lontano 1989 che non vince un azzurro. L’ultimo, prima di una scia di trionfi di keniani, etiopi, marocchini, eritrei, fu Salvatore Bettiol col tempo di 32,45.
«Speriamo che possa esserci un italiano sul podio più alto – sottolinea Fesi – anche se ho molte perplessità. I migliori atleti di casa nostra, infatti, saranno impegnati prima ai campionati italiani del 18 e 19 luglio e successivamente ad agosto a Zurigo agli Europei. Puntiamo sul marocchino Rachid Kisri che ha gareggiato a Castelbuono nel 2011 e 2013».
Di altri nomi a dodici giorni dal via, Mario Fesi non ne vuole fare, forse per scaramanzia. Anche se da indiscrezioni che arrivano direttamente dal mondo dei manager, a Castelbuono potrebbero essere protagonisti anche il giovane marocchino di 21 anni, Rachik Yassine, naturalizzato italiano, quest’anno già campione italiano di mezza maratona e corsa campestre tra gli Under 23. Un vero fuoriclasse. Potrebbe sbarcare a Castelbuono, e sarebbe un gran colpo, pure il keniano Eliud Kipchoge, medaglia d’argento alle Olimpiadi di Pechino.
Come da tradizione la sera del 25 luglio, in piazza Margherita, saranno presentati gli atleti che parteciperanno. Niente diretta tv su Rai Sport, il 26 luglio, ma una differita che andrà in onda qualche giorno dopo.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.