Castelbuono, la città europea senza sport

[madoniepress.it] Il Failla è inagibile mentre l’impianto polivalente “Totò Spallino” è praticamente abbandonato

Castelbuono, poco più di novemila anime e addirittura tre squadre di calcio. Una, la Castelbuonese, milita nel campionato di Eccellenza e lotta per accedere alla zona play-off. L’Asd Castelbuono è seconda in classifica nel torneo di Promozione e infine la Supergiovane, compagine composta solo da castelbuonesi purosangue, che sta ottenendo discreti risultati in Terza Categoria. Un paese dalla fortissima vocazione sportiva, direte voi. Vocazione che è valsa addirittura una prestigiosa onorificenza internazionale: “European town of sport” per l’anno 2014 con cerimonia solenne e le immancabili foto di rito, udite udite, nella sede del parlamento europeo a Bruxelles.

Magnifico, stupendo, un grosso motivo d’orgoglio per l’intera comunità: siamo la cittadina europea dello sport. La consegna del riconoscimento al nostro paese, tra migliaia di partecipanti, era avvenuta in seguito a un doveroso sopralluogo nelle strutture sportive del posto da parte dei delegati dell’Aces Europe, organismo che opera con la Commissione europea per promuovere lo sport a livello dei governi locali.
Tutto bellissimo, se non fosse che oggi (gennaio 2015) le tre squadre sono costrette a “emigrare” ora a Finale di Pollina, ora a Gangi, ora a Lascari o addirittura a Santa Flavia per disputare le proprie gare casalinghe. Al nuovissimo “Luigi Failla”, ristrutturato a suon di migliaia di euro solo qualche anno fa, proprio non si può. Mancano infatti i requisiti per far giocare una partita di pallone in assoluta sicurezza. Se a questo si aggiunge lo stato indegno in cui versa, ormai da diverso tempo, l’impianto polivalente “Totò Spallino”, le conclusioni sono fin troppo evidenti. Nell’attesa che una apposita commissione giudichi nuovamente agibile lo stadio della “cittadina europea dello sport”, ci sia consentita una risata amaramente sarcastica per una vicenda degna della più grande tradizione della Commedia dell’Arte.

Rosario Cusimano

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.