Non ci fu alcuna violenza, colpevoli di calunnia e falsa testimonianza gli accusatori

Segnaliamo un articolo a firma del giornalista Giuseppe Spallino sul Giornale di Sicilia. La notizia riporta aggiornamenti sulla vicenda del castelbuonese F.C., accusato di violenza sessuale per un episodio risalente al 2017 da una giovane ventenne (qui l’articolo a riguardo https://www.castelbuono.org/ragazza-molestata-a-castelbuono-luomo-accusato-va-sotto-processo).

Il cittadino di Castelbuono, che rischiava 5 anni di reclusione, era stato già assolto perchè “il fatto non sussiste”. Adesso, il GUP del Tribunale di Termini Imerese, a conclusione del processo svoltosi con rito abbreviato, ha emesso una condanna per calunnia alla sua accusatrice e due condanne per falsa testimonianza ai testimoni che durante il processo avevano deposto in suo favore. Inoltre, i tre sono stati condannati a risarcire la parte civile.