Castelbuono protagonista al XXIV concorso musicale “Premio Benedetto Albanese” di Caccamo

[riceviamo e pubblichiamo] La capacità musicale a Castelbuono è una dote genetica portata avanti da decenni e trasmessa da genitore in figlio. Ancora una volta Castelbuono si rende protagonista di vittorie in questo settore e stavolta lo fa al XXIV conorso musicale “Premio Benedetto Albanese” di Caccamo.

Tra i più piccoli si è egregiamente distinto il piccolo Giuseppe Piro, di 7 anni che con due pezzi per batteria e uno per tamburo, davanti una giuria particolarmente esperta, vince il primo premio nella sezione percussioni categoria A. Il piccolo batterista suona sin da piccolissimo nella banda Loreto Perrini di Castelbuono e da circa un anno ha iniziato a frequentare l’accademia Primo Spazio sotto la guida del maestro Antonio Di Martino.

Altro grande risultato è stato raggiunto dalla sassofonista Sofia Occorso che si è aggiudicata il secondo premio nella sezione solisti della sua categoria . Infine lo “young saxophone quartet” composto da Sofia Occorso, Simone Barreca, Maurizio Cucco e Luca Cangelosi, si classifica terzo nella sezione musica da camera. Il premio “Benedetto Albanese”, istituito nel 1992, è intitolato al celebre musicista e compositore di Caccamo, è giunto alla XXIV edizione nazionale, precedute da tre edizioni regionali. È ideato ed organizzato dall’Associazione Amici della Musica “Benedetto Albanese” con il patrocinio del Comune di Caccamo e della Regione Siciliana. Oggi rappresenta uno dei concorsi musicali più importanti del panorama nazionale.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.