Castelbuono Teatro Festival. Il comunicato dei Neuroninatto

neuroni in atto[Riceviamo e pubblichiamo] Il  “Castelbuono Teatro Festival” si presenta al pubblico con la sua quarta edizione ricca di creatività, impegno, emozioni e festoso clima di condivisione. Essenza di questo “magico” Festival è il ricco quanto variegato universo del teatro, vissuto da chi di questo universo si sente parte ed emotivamente coinvolto anche nella propria vita quotidiana.

E’ all’interno di queste consapevolezze che anche quest’anno si è mossa la “macchina organizzativa” che vede come  “attore” principale l’ “Associazione Culturale Neuroninatto” che, grazie al suo presidente e fondatore, l’attore Giuseppe Carrozza, e a tutti gli associati, si è fatta promotrice di quello che all’interno dell’estate castelbuonese è diventato uno tra gli eventi topici a pieno inserito nel cartellone delle manifestazioni e atteso di chi al teatro “guarda” come spettatore più o meno coinvolto e, senza dubbio, dilettato.

Il Festival quest’anno prevede tre date (24, 25, 26 agosto) con tre spettacoli: due in concorso per la vittoria finale ed uno (quello della serata conclusiva) fuori concorso, preceduti da una “Conferenza Stampa di Presentazione” in cui verranno presentate le compagnie che daranno vita alla manifestazione, che avrà luogo domenica, 25 agosto, alle 17,00, nella “Sala del Principe” del Castello dei Ventimiglia.

   Tutti gli spettacoli  saranno messi in scena al Chiostro di San Francesco, alle 21,00.

24 agosto: “Un vino squisito”, Compagnia “SpazioScena”. Spettacolo liberamente tratto da “Arsenico e vecchi merletti” di J. Kesselring, con la regia di Annamaria Guzzio.

25 agosto: “Com’è nato il Giullare?”, spettacolo di e con Maurizio Giordo, in dialetto portotorrese e italiano, liberamente tratto da “Mistero Buffo” di Dario Fo.

26 agosto: “Arrestatemi… sono innocente!”, commedia scritta da Aldo Lo Castro, messa in scena  dai “Neuroninatto”, con la regia di Georgeta Quagliano ( fuori concorso ).

 Novità di questa quarta edizione sarà la presenza di una “Giuria di Qualità” che sceglierà il suo spettacolo vincitore, a cui si affiancherà  quello votato dal pubblico presente nel corso delle serate.

 

E’, inoltre, previsto uno sbigliettamento pari a 3,00 euro a serata.

 

I “Neuroninatto”    

 

1 commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.