Cefalù. Fermata un?anziana dopo il furto di un pc

[LAVOCEWEB] Ha sottratto il computer portatile a un cliente del Monte Paschi di Siena di Cefalù, mentre l’uomo era impegnato in un’operazione allo sportello. Ma proprio la tecnologia ha incastrato la donna palermitana, L.M.M. di 71 anni, ripresa dalle telecamere e fermata dagli agenti della polizia guidati da Manfredi Borsellino meno di un mese dopo il furto. L?anziana pensionata palermitana è stata riconosciuta grazie alla visione dei filmati dell?impianto di video-sorveglianza del 9 settembre e a seguito di una perquisizione domiciliare dell?appartamento, dove è stato trovato il computer, già restituito al legittimo proprietario.

Vittima del furto un giovane cittadino tunisino che era entrato all?interno della banca per effettuare un?operazione di routine lasciando il suo computer portatile Asus, del valore di circa 400 euro, dentro una di quelle cassette porta oggetti che si trovano nei pressi delle bussole d?ingresso degli istituti di credito.

La signora, anche lei in banca per effettuare un?operazione, ha notato che per mancanza della chiave o per un difetto nella serratura l’uomo non aveva chiuso correttamente la cassetta porta oggetti. A questo punto, dopo avere effettuato l?operazione, la donna esce dalla banca ma rientra un minuto dopo per prendere il pc portatile e portarlo via sotto il braccio.

L?anziana, nata e residente a Palermo, nel corso della perquisizione cui è stata sottoposta che ha portato al rinvenimento del pc oggetto di furto, si è lasciata scappare in siciliano stretto la frase: ?iddu lassò a vista u computer, normale che viene di pigghiarisillu!?. In pratica, un’arringa eccezionale.