Cefalù. Sorpreso alla stazione con 240 grammi di marijuana nello zaino. In manette un 21 enne di Castelbuono

[ILCALEIDOSCOPIO] Nel pomeriggio di martedì scorso i Carabinieri di Cefalù hanno arrestato Giuseppe Schicchi, 21enne da Castelbuono, già noto alle Forze di Polizia. All’interno del proprio zaino ed avvolta da un involucro di cellophane, egli deteneva sostanza stupefacente del tipo marijuana e del peso, successivamente accertato, di 240 grammi.

Ai Militari, in servizio nei pressi dello stazione ferroviaria cittadina per prevenire/reprimere quel genere di illeciti, non è sfuggito l’incontro tra Giuseppe Schicchi e due persone, a loro conosciute per via dei propri trascorsi in tema di sostanze stupefacenti.

Avendo visto i tre allontanarsi in direzione di un piazzale sottostante allo scalo ferroviario, appartarsi e confabulare, i militari hanno deciso di intervenire: mentre le due persone si sono allontanate in direzione del centro storico cittadino, così facendo perdere le proprie tracce, Schicchi è stato fermato mentre stava tornando verso la stazione ferroviaria.

Schicchi-Giuseppe-250L’ispezione del bagaglio ha permesso ai Carabinieri di rinvenire non solo la marijuana, ma anche una decina di semi di canapa indiana nonché uno strumento che, utilizzato per tritare la sostanza stupefacente, è comunemente conosciuto come “trita-marijuana”. Nella sua abitazione il giovane custodiva un bilancino di precisione con residui di sostanza stupefacente e di un altro paio di semi di canapa indiana.

Sono, così, scattate le manette. L’arresto è stato convalidato nella giornata di ieri e, in attesa del giudizio, è stato disposto l’obbligo di presentazione alla Polizia Giudiziaria.