Cefalù, treno in avaria si ferma per tre ore. Panico per i passeggeri a bordo.

[Palemotoday]Treno resta bloccato in aperta campagna a Cefalù per oltre tre ore. E’ accaduto ieri sera, intorno alle ore 19, quando un guasto tecnico ha bloccato il convoglio e costretto centinaia di passeggeri ad una lunga attesa nel tratto compreso tra le stazioni di Cefalù e Lascari. Dopo numerosi tentativi di fare ripartire il motore è stato richiesto l’intervento di una motrice. Nelle ore in cui il treno è rimasto fermo i vagoni sono rimasti al buio e senza riscaldamento. Un’esperienza drammatica per centinaia di passeggeri, fra cui pare ci fosse anche una donna incinta.

Trattandosi di binario unico, molte altre vetture che avrebbero dovuto transitare su quella ferrovia hanno subito ingenti ritardi, mettendo in luce l’arretratezza della linea ferrata che collega Palermo a Messina. Il treno è rimasto fermo in aperta campagna fino alle 22.40, ovvero sino all’intervento risolutivo di una motrice che ha agganciato il treno in avaria trasportandolo sino a destinazione. Furiosi i passeggeri che hanno iniziato un giro di telefonate, avvisando i parenti e sollecitando gli interventi di soccorso.

Proprio ieri Magda Culotta, deputata alla Camera e sindaco di Pollina. ha lanciato un appello al Governo, sottolineando l’importanza di portare a compimento il doppio binario Fiumetorto-Cefalù-Castelbuono: “Il progetto è cantierabile e totalmente finanziato dal 2004, non capisco come sia possibile una fase di stallo dei lavori che sta mettendo a rischio la natura e la funzionalità del progetto stesso. Si tratta di una struttura strategica per la nostra regione e per la popolazione residente in quelle zone”.