Chiusura al traffico del centro. Attendiamo adesso risposta dal Sindaco

Siamo davvero contenti dell’interesse che il nostro post sulla “chiusura” del centro storico alle auto ha innescato nel dibattito locale. Testimonianza ne é il grande seguito dell’articolo ed il numero di condivisioni che, stando solo a quelle effettuate direttamente dal sito, non considerando le condivisioni virali su Facebook, sfiora le 300. Importante anche il numero di commenti autografi, che ci ha dato modo di ascoltare soprattutto le ragioni di chi si oppone alla proposta avanzata da Cinzia Venturella o dei tanti che, opportunamente, sono favorevoli pur suggerendo delle precise accortezze nella regolamentazione. A prevalere di gran lunga è infatti la risposta entusiastica, di pieno accoglimento dell’idea, donandoci quasi la sensazione che in questa “materia” Castelbuono sia un po’ in ritardo.  Molto interessanti e opportune  le posizioni intorno al tema dei pass, da considerare con molta attenzione per non arrecare troppi disagi ad alcune categorie – residenti e commercianti – o per non ledere il diritto d’accesso ai diversamente abili.
Sul divieto di sosta nel centro storico, fatte salve sempre alcune categorie e alcune fasce orarie (ben più ristrette delle attuali), il parere favorevole è quasi unanime. Su una cosa siamo certi: sarebbe un segno di vera “maturità civica e turistica”. Ovviamente le modalità esecutive di un simile provvedimento hanno grande importanza, e lo rendono realmente sostenibile, ma  non possiamo che demandare queste valutazioni all’amministrazione. Ci limitiamo a suggerire di prendere ispirazione dalle località turistiche più blasonate (il corso di Taormina, ad esempio) e la loro regolamentazione di Ztl e aree pedonali: nel sito www.accessibilitacentristorici.it è possibile fruire di una lunga serie di esempi, e comunque dare visibilità al nostro paese – una volta adottato il provvedimento – iscrivendolo al servizio e all’app collegata.
Pur con le dovute eccezioni, distinguo e timori, anche legittimi, siamo in tanti ad essere convinti che – superata una fase di ri-educazione degli abitanti – per gli esercenti prevarrebbero nel medio termine i vantaggi. Superfluo discutere dei benefici per tutti gli altri. Giriamo al Sindaco la proposta e l’insieme delle opinioni espresse nei commenti (qui), certi di ricevere presto un giudizio in merito, convinti come siamo di dare un contributo nella direzione della valorizzazione della bellezza del nostro paese e della sua migliore vivibilità.

2 Commenti

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.