Chiusura ufficio postale. Richiesta di Consiglio comunale urgente da parte della minoranza

[RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO – da G. Fiasconaro]
Da alcune settimane è stato chiuso l’ufficio postale. Non mancano i disagi e l’amministrazione pare di sottovalutare la problematica, incapace di affrontare con efficacia la situazione.
Il gruppo consiliare ritiene urgente e necessaria una forte presa di posizione del Consiglio comunale e ne ha chiesto la convocazione urgente al Presidente del Consiglio comunale.

 

AL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE

e, p.c.                                                    AL SINDACO

AL SEGRETARIO GENERALE

OGGETTO: richiesta convocazione del Consiglio comunale in seduta urgente

 

I sottoscritti consiglieri comunali

 

premesso

 

  • che da qualche settimana l?ufficio postale è stato chiuso e sostituito con un ufficio mobile;
  • che da notizie di stampa si apprende che Poste Italiane ha chiuso detto ufficio in quanto i locali sono stati dichiarati inagibili per cedimenti strutturali a causa delle piogge incessanti degli ultimi mesi e che pertanto gli interventi di messa in sicurezza dell?edificio sono indifferibili ed urgenti;
  • che la situazione che si è determinata reca parecchi disagi alla cittadinanza: non tutti i servizi sono disponibili, manca lo sportello bancomat, le raccomandate in giacenza devono essere ritirate presso l?ufficio di Finale di Pollina, i cittadini sono costretti a lunghe file al freddo, sotto la pioggia, al vento;
  • che è di tutta evidenza che se i motivi dovessero essere quelli appena rappresentati, si tratterebbe di una chiusura di lungo periodo o, peggio ancora, definitiva e, comunque, la sistemazione precaria di un ufficio mobile è assolutamente incompatibile con una dignitosa offerta di servizi pubblici degni di essere definiti tali in un paese civile;
  • che occorre sollecitare a Poste Italiane una immediata diversa soluzione alla funzionalità dell?ufficio postale;
  • che è inaccettabile il comportamento di Poste Italiane che senza preavviso e senza una pronta, adeguata, alternativa sistemazione ha provveduto alla chiusura dell?ufficio;
  • che appare insufficiente alla soluzione della questione l?attività svolta dall?amministrazione comunale, la quale seppure ha disposto la collocazione di una ?casetta? il legno alleviando parzialmente il disagio, dimostrerebbe incapacità ad ottenere adeguate risposte da Poste Italiane, sottovalutando la gravità dei disagi subiti dalla cittadinanza

 

ritenuto

 

necessario ed urgente che la questione venga affrontata dal consiglio comunale al fine di adottare più incisive ed efficaci soluzioni

 

chiedono

 

di voler disporre la convocazione in seduta urgente del Consiglio comunale, affinché lo stesso possa affrontare la questione della chiusura dell?ufficio postale ed adottare le determinazioni ritenute idonee.

 

Castelbuono, 7 gennaio 2013

 

I consiglieri comunali

 

F.to Giuseppe Fiasconaro

F.to Gioacchino Allegra

F.to Mario Cicero

F.to Giuseppe Genchi

F.to Vincenzo Marguglio

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.