Cicero: “Basta Regione, quello delle Madonie diventi Parco Nazionale”

Riceviamo e pubblichiamo

Il Sindaco di Castelbuono Mario Cicero lo propone al Consiglio del Parco delle Madonie e invita a condividere l?iniziativa (trasformare il Parco Regionale delle Madonie in Parco Nazionale) il Consiglio dei Ministri, il Ministro dell?Ambiente, ai Capi Gruppo Parlamentari della Camera dei Deputati, i Capi Gruppo Parlamentari del Senato della Repubblica, i Deputati della Provincia di Palermo, i Senatori della Provincia di Palermo, i colleghi Sindaci e i Componenti del Consiglio del Parco.

Il Sindaco dichiara che questa idea nasce dal fatto che il Governo Nazionale ha siglato alcuni provvedimenti, inseriti nella finanziaria, per istituire Parchi Nazionali in Sicilia (Parco degli Iblei, Eolie e Egadi), così, alla luce della disattenzione che esiste nella politica regionale per le aree protette e per la tutela e la salvaguardia dell?ambiente, e considerato che ogni anno la Regione Siciliana taglia i fondi per la gestione dell?area protetta (visto che non è accettabile che 40.000 ettari di territorio protetto ad alto valore ambientale vengano gestiti con 200.000,00 euro), ecco l?idea: “togliamo il pensiero” alla Regione Siciliana, garantiamo alle Madonie e a i suoi abitanti una vera politica ambientale che diventi sviluppo e permetta agli abitanti di questa comunità di vivere una crescita socio economica sostenibile.

Mario Cicero Sindaco di Castelbuono

Allegati: DOC1DOC2

10 Commenti

  1. …altro pensiero da togliere alle Regione Siciliana è quello di nominare i Presidenti i quali , a prescindere dai loro meriti e/o demeriti, rispondono delle proprie responsabilità SOLO all’Assessore che li nominano.
    Immagino allora:
    un Presidente del Parco Nazionale delle Madonie eletto dai madoniti con un mandato di 5 anni(il Sindaco delle Madonie);
    un Comitato Esecutivo nominato dal Presidente come normalmente fa un Sindaco con la Giunta (non più di 3 componenti);
    un Consiglio, che svolge una funzione di controllo ed indirizzo costituito da tutti i Sindaci madoniti più il Presidente della Provincia, il Presidente di So.Svi.Ma., il Presidente del GAL.
    E dovrebbe essere l’Ente Parco ad utilizzare direttamente le risorse umane disponibili (guardie forestali ma SOPRATTUTTO i lavoratori forestali) e risorse finanziare adeguate ad una politica di “DECRESCITA SOSTENIBILE”(uno sviluppo che passa per la via del risparmio, dell’efficienza e della redistribuzione delle risorse).
    E non è un modo di creare carrozzoni visto che i costi di queste Istituzioni riformate non sarebbero superiori a quello che costano oggi le stesse.

  2. Ottima l’iniziativa del sindaco Cicero e altrettanto dicasi della visione di Ophrys.
    Solo il Parco Nazionale delle Madonie (e nella forma prospettata da Ophrys) può salvare il nostro territorio dall’emigrazione e, contemporaneamente incentivare lo sviluppo turistico.
    Io voglio un Presidente madonita al 100%!
    Bene al blog se fa partire la campagna “voglio un presidente madonita”! 🙂

    Saluti ai lettori.

  3. Michele per cortesia, non cominciamo con i sondaggi truccati, che poi ti accusano che castelbuono.org è di parte.
    Questa idea però sappi che mi è piaciuta parecchio.
    E già, perché non ci avevamo pensato prima?
    Certo, lo credo che il Parco delle Madonie non è un parco Nazionale.
    Si deve prima scegliere un Presidente.

  4. Condivido il nome proposto da ophrys…Ficile è uno degli elementi migliori che il territorio madonita abbia oggi in campo: capace, concreto, coerente e …madonita naturalmente!

    Avanti il merito in un’epoca di cialtroni!!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.