Circolo PD Castelbuono: Noi non siamo indifferenti

Odio gli indifferenti.
Credo che vivere voglia dire esser partigiani.
Chi vive veramente non può non esser cittadino e partigiano”
Antonio Gramsci – La città futura – 1917

Noi non siamo indifferenti nell’esser partigiani.

Il 25 aprile, per la Festa della Liberazione, il Partito Democratico è da una parte della Storia: è dalla parte della Resistenza, dell’ANPI, dell’Italia liberata con il sacrificio della vita di tante donne ed uomini. Così è dalla parte delle popolazioni vittime delle guerre e dei popoli oppressi dai regimi totalitari.

Noi non siamo indifferenti nell’esser cittadini.

Anche quando e per tante ragioni, non ultimo un diffuso atteggiamento di anarchia, non riusciamo a mettere sulla scheda elettorale il simbolo del nostro Partito. Ma saranno ancora una volta i nostri tantissimi elettori, partecipi al voto del 12 giugno, a determinare l’elezione del Sindaco.

In un mondo post ideologico e nonostante la ventata populista esiste per ideali e principi una distinzione dei partiti e movimenti, anche civici, in almeno due famiglie politiche con il Pd, senza dubbio alcuno, fra le forze progressiste.

In questa giornata, dove ancor di più è un valore esser di parte, chiediamo pubblicamente ai candidati A. M. Cangelosi, M. Cicero e A. Maiorana (in ordine alfabetico) di dichiarare l’appartenenza, se sentono di farne parte, al campo progressista. Non per disprezzare il civismo, una virtù nel suo senso originario, divenuto retorico inganno nell’odierno abuso per nascondere dietro foglie di fico appartenenze ben definite, alimentare ambiguità e sentimenti di antipolitica o per giocare partite individuali. Passate le elezioni comunali, seppur importanti, esser partecipi sin da adesso del campo largo progressista significa esser impegnati nelle imminenti elezioni politiche e regionali in cui il Pd, che rappresenterà circa 1?4 degli elettori italiani nel nuovo Parlamento, è lo strumento per cercare di risolvere i problemi dei cittadini della nostra città futura a prescindere dal “civico” Sindaco/a eletto/a.

E’ il tempo della chiarezza.

Odio gli indifferenti anche per questo:
perché mi da fastidio il loro piagnisteo da eterni innocenti”
Antonio Gramsci – La città futura – 1917

Castelbuono, lì 24 aprile 2022
Per il Coordinamento | Il Segretario | Vincenzo Capuana